La Sinistra Arcobaleno sceglie Profico:«vogliamo bene a D'Alfonso»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1540

PESCARA. E' stata ufficializzata ieri mattina la candidatura di Silvestro Profico, candidato sindaco a Pescara per "La Sinistra- L'Arcobaleno". Profico sarà così il rappresentante della Sinistra Democratica, Rifondazione Comunista, Comunisti italiani e Verdi. Per il primo turno non si prevede nessun sostegno al Pd, ma in un eventuale secondo turno non è da escludere.
«Noi vogliamo bene a D'Alfonso», ha sottolineato il candidato sindaco, «ma vogliamo marcare una differenza con il sindaco uscente, con cui abbiamo collaborato lealmente in questi anni».
Secondo Profico, dopo cinque anni di amministrazione D'Alfonso ne esce «promosso, ma ha dei debiti formativi, per cui deve recuperare in alcune materie, volendo usare un linguaggio scolastico».
Insomma, l'amministrazione poteva fare meglio, «nei servizi sociali, nel decentramento, per il bilancio partecipativo. Un sindaco - ha proseguito - non deve essere superman, e in citta' ci deve essere un clima di dibattito».
Il candidato sindaco ha criticato il fatto che a Palazzo di citta'
manchi «la disciplina dei gettoni di presenza, per cui ci sono dei consiglieri che passano in sala commissione, firmano e se ne vanno, gettando discredito sulle istituzioni».
Per quanto riguarda, poi, la struttura comunale, Profico ha parlato di un ricorso «eccessivo alla dirigenza esterna» mentre della raccolta differenziata ha sottolineato che «siamo a livelli bassissimi», ed ha anche evidenziato il «problema dell'acqua».
Il consigliere uscente di Rifondazione comunista ha sottolineato che l'obiettivo di questa candidatura e' quello di evitare «gli sbagli del centrosinistra. In questi anni – ha ricordato - lo abbiamo gia' fatto, ad esempio con la piccola grande rivoluzione promossa nell'urbanistica e continueremo a farlo».
Profico, ex assessore, 65 anni, sposato, cinque figli e due nipoti, militante da sempre nel mondo cattolico, con vari incarichi di responsabilità (Azione Cattolica, Fuci, Acli, Pax Christi).
E' stato per anni consigliere comunale di Pescara e assessore nei settori del decentramento, della partecipazione, dello statuto, della cultura e dei servizi. Ha partecipato attivamente nella fase fondativa di Banca Etica.

DE BLASIO: «IO NON MI CANDIDO»

Resterà fuori dai giochi, almeno per il momento, Edoardo De Blasio, attuale assessore di D'Alfonso in quota a Rifondazione. Lui non ha gradito la scelta di correre separati dal Pd.
«Sono un uomo della Sinistra Arcobaleno, che voglio alleata con il Pd», ha spiegato, «e non sono disponibile a candidature di rottura nè ad alcun cambio di casacca. La coerenza e l'onestà intellettuale sono sempre state la mia bandiera, i miei avversari sono nel centrodestra.
Resto a disposizione della Sinistra Arcobaleno per qualunque candidatura unitaria di centro sinistra».



11/03/2008 9.42