Camera e Senato, Pdl, Idv e Sinistra Arcobaleno consegnano le liste

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7899

IL PDL: BERLUSCONI E FINI CAPOLISTA ALLA CAMERA SINISTRA ARCOBALENO SI AFFIDA ALLE DONNE RAPAGNÀ SCRIVE A D'ALFONSO (PD): «RADICALI ESCLUSI, MASTELLIANI RIPESCATI» PER LA DESTRA- FIAMMA TRICOLORE SANTANCHE' E STORACE IN POLE POSITION IL MOVIMENTO PER LE AUTONOMIE PUNTA SU LOMBARDO

IL PDL: BERLUSCONI E FINI CAPOLISTA ALLA CAMERA

SINISTRA ARCOBALENO SI AFFIDA ALLE DONNE

RAPAGNÀ SCRIVE A D'ALFONSO (PD): «RADICALI ESCLUSI, MASTELLIANI RIPESCATI»


PER LA DESTRA- FIAMMA TRICOLORE SANTANCHE' E STORACE IN POLE POSITION


IL MOVIMENTO PER LE AUTONOMIE PUNTA SU LOMBARDO



PESCARA. Anche Pdl, Idv e Sinistra Arcobaleno hanno ufficializzato le liste dei deputati da presentare a Camera e Senato. Nessuna grande novità se non per la Sinistra Arcobaleno che punta sulle donne (alla Camera il primo uomo è in ottava posizione) e la "promozione" del candidato Maurizio Acerbo (Rc) che passa dalla Camera al Senato, Di Pietro capolista del suo partito in Abruzzo per la Camera. Fuori dai giochi Castiglione (An) che dopo un incontro con Fini pare essersi calmato e ha annunciato che resterà nel partito.
Ieri a Pescara è arrivato Antonio Di Pietro per presentare i candidati locali al Parlamento. «Il Partito Democratico deve vincere le prossime elezioni anche in Abruzzo», ha subito detto il ministro uscente, «per non fermare quel programma di interventi già messi in cantiere e interrotti con la caduta del governo Prodi. Pensiamo alle grandi opere infrastrutturali previste per il rinnovo e la messa in sicurezza della linea ferroviaria Pescara – Roma e per l'autostrada».
Sulle candidature abruzzesi il leader è certo: «abbiamo scelto persone che sanno fare il loro dovere», ha assicurato, «e sono tutte con le mani pulite, perché con il certificato elettorale abbiamo chiesto loro il certificato penale». Una iniziativa nuova per la politica italiana e nata sulla scorta delle provocazioni di Beppe Grillo che da mesi si batte per un parlamento pulito senza condannati.
I candidati dell'Idv, ha detto l'ex pm di Tangentopoli, «provengono dalla militanza di partito e soprattutto dalla società civile. Abbiamo candidato persone che fanno riferimento a interessi importanti della collettività».
Firmando il programma del Pd, invece, l'Italia dei Valori ha fatto una scelta di campo, «abbiamo chiesto e ottenuto che un impegno concreto dell'Idv è che non si abbandoni il conflitto d'interesse nell'oblio».

I CANDIDATI.

Il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, sarà capolista alla Camera in Abruzzo. Lo segue il deputato uscente Carlo Costantini, mentre al terzo posto è stato inserito Augusto Di Stanislao, eletto con l'Udeur nel Consiglio regionale d'Abruzzo, dove è presidente della Commissione Attività produttive.
Quarto posto per Annita Zinni, responsabile del partito a Sulmona, a seguire Gina Ciccarelli (vice presidente del consiglio comunale di Pescara), Valerio Di Carlo (capogruppo Provincia di Chieti), Rita Bufalini, Olivia Conte , Giancarlo Cartone (assessore alla Manutenzione e servizi cimiteriali al Comune di Giulianova), Francescopaolo D'Adamo (assessore alla Cultura al Comune di Vasto), El Zohbi Bassam (assessore all'Ambiente al Comune di Chieti), Humberto Di Sabatino (assessore al Comune di Bisenti), Silvio Cardone, Valdo Lerza.
Al Senato sarà capolista il coordinatore regionale dell'Idv, Alfonso Mascitelli; secondo posto per Fioravante Mancini e solo terzo posto per Rocco Persico, (assessore allo Sport al Comune di Pescara. Poi ancora Alfonso Di Toro (presidente del consiglio comunale di San Salvo), Filippo Pasquali (presidente del consiglio provinciale di Pescara), Rinaldo Mariani (presidente della consulta provinciale sanità dell'Aquila), Giuseppe Massi (dirigente regionale dell'Idv Teramo).
10/03/2008 10.27

GINOBLE (PD) SI AUTOSOSPENDE DA ASSESSORE

ABRUZZO. In apertura di seduta della Giunta regionale, l'assessore ai Trasporti, Tommaso Ginoble, ha comunicato la decisione di autosospendersi in quanto candidato alle prossime elezioni politiche del 13 e 14 aprile.
In conseguenza di questa decisione, il presidente della Regione ha assunto l'interim dei Trasporti e della Protezione civile.
Nell'assumere l'incarico, il presidente della Regione ha preso atto della candidatura dell'assessore ringraziandolo per «il lavoro svolto in questi tre anni» e si è augurato che «il lavoro in Parlamento dell'assessore porti alla Regione risultati, attenzione, considerazione e nuova autorevolezza».
Il Presidente ha inoltre ribadito che «sarà sua cura e della Giunta regionale completare il lavoro più importante che l'assessore ai Trasporti ha avviato, a partire da quello che tutti considerano una svolta decisiva per la Regione: la nascita di una holding che raggruppi tutte le aziende che si occupano di mobilità pubblica regionale con l'obiettivo di realizzare efficienza, sicurezza e risparmio».

10/03/2008 13.31


[pagebreak]

IL PDL: BERLUSCONI E FINI CAPOLISTA ALLA CAMERA

Ufficializzazione dei nomi anche per il Popolo della Libertà. Ieri pomeriggio i Coordinatori Regionali di Forza Italia, Andrea Pastore, e di Alleanza Nazionale, Fabrizio Di Stefano, hanno depositato presso la Corte d'Appello a L'Aquila le liste.
Alla Camera primi due posti per Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini. Al terzo Maurizio Scelli sulmonese ex commissario della croce rossa. Quarto posto per Carla Castellani, già eletta alla Camera nella passata legislatura, in quota An, medico di Teramo. Quinto e sesto posto per due riconfermati Sabatino Aracu e l'imprenditrice del confetto Paola Pelino. Settimo posto per Marcello De Angelis, già Senatore di An condannato per associazione sovversiva a banda armata. A seguire Daniele Toto (nipote dell'imprenditore Carlo Toto), Giovanni D'Ellelce, Lorenzo Sospiri, Giuseppe Stanziale (vice coordinatore regionale Forza Italia, già consigliere regionale), Emilio Nasuti (sindaco di Castel Frentano), Luca Ricciuti (presidente Asm aquilana, ex assessore Urbanistica del Comune dell'Aquila), Etelwardo Sigismondi (consigliere comunale di An a Vasto).
Al Senato si trova invece come capolista Andrea Pastore che verrà quindi eletto nuovamente. Secondo posto per Fabrizio Di Stefano (new entry), segretario regionale di An, terzo posto per Filippo Piccone, già senatore e sindaco di Celano. Quarto posto per il consigliere regionale di Forza Italia Paolo Tancredi, quinto posto per Gianfranco Giuliante, vice coordinatore di An, sesto posto per Patrizio Stornelli, medico di Avezzano e settimo posto per Daniela Arcieri, odontoiatra di Pescara.
10/03/2008 10.27
[pagebreak]

SINISTRA ARCOBALENO SI AFFIDA ALLE DONNE

La Sinistra Arcobaleno punta invece sulle donne.
Alla Camera capolista della Sinistra Arcobaleno Betti Leone della Sinistra democratica, medico all'ospedale dell'Aquila e segretario generale nazionale della Spi Cgil. Secondo posto per Fiorella Zabatta, avvocato e segretario regionale dei Verdi, terzo posto per Elisa Braca, consigliere comunale di Rifondazione a Giulianova. A seguire Romana Rubeo (comunisti italiani), Aminda Rossoli (Sinistra democratica) studentessa universitaria di Teramo, Amanda De Menna, (assessore a Fara San Martino), Maria Borcalli (Rifondazione comunista).
Primo uomo in lista si trova solo all'ottavo posto ed è Giuseppe D'Ortona (Pdci). Al nono posto Gianfranco Manetta dei Verdi, poi Anna Giansante della Sinistra Democratica, funzionaria della Cia a Pescara.
Poi ancora Filippo Berardi, operaio Sevel, Piero Felicioni (Pdci) e Sandro Di Minco, consigliere provinciale a Pescara. Ultima Pamela Caporale dei Verdi

Al Senato Maurizio Acerbo è il capolista. Dopo due anni alla Camera arriva la "promozione" per il consigliere comunale di Pescara.
Nonostante questa posizione però l'elezione appare molto incerta: la lista dovrebbe raggiungere infatti almeno l'8%.
Secondo posto per Sara Ranocchiaro, impiegata regionale in quota ai Comunisti Italiani, terzo posto per Giovanni Mariotti della Sinistra Democratica già assessore a San Salvo.
Poi a seguire Francesco Stoppa dei Verdi, Antonio Lattanzi, Anna Maria Togna, Virginia Cilli Milagros.
10/03/2008 10.27

[pagebreak]

RAPAGNÀ SCRIVE A D'ALFONSO (PD): «RADICALI ESCLUSI, MASTELLIANI RIPESCATI»

ABRUZZO. L'ex Parlamentare Pio Rapagnà ha scritto una lettera al segretario regionale del Pd Luciano D'Alfonso. Dopo l'ufficializzazione dei candidati ora denuncia: «non ci sono Radicali abruzzesi»
Tra i 21 candidati in lista, 14 per la Camera e 7 del Senato, non è presente alcun radicale, vecchio o nuovo che sia. Così Rapagnà, «indignato», ha scritto a D'Alfonso per avere spiegazioni.
«Avevo chiesto e confermato la mia disponibilità ad una candidatura in Abruzzo», scrive, «ospitata dal Partito Democratico, anche in posizione non utile, cioè di presenza, testimonianza e rappresentanza radicale e uno degli aspetti più popolari della società civile e delle fasce sociali più deboli e meno protette della nostra Regione».
E adesso che anche l'Idv ha presentato le sue liste ufficiali la rabbia di Rapagnà è montata ancora di più: «Di Pietro, con i proclami contro i voltagabbana ed i trasformisti politici dell'ultima ora, ha candidato in Abruzzo il Consigliere Regionale Augusto Di Stanislao, tra i numerosi "fuggitivi" dall'Udeur di Clemente Mastella e lo stesso Pd si appresta ad accogliere l'assessore regionale Mimmo Srour ed altri esponenti della stessa Udeur».
Ora l'ex parlamentare vuole sapere «quali siano stati i "gravi motivi politici, sociali e morali" che hanno impedito di inviare a me ed agli altri rappresentanti dei Movimenti ed Associazioni un cortese e dovuto cenno di riscontro da parte del Partito Democratico, né prima, né durante e né dopo la presentazione della lista dei candidati abruzzesi».

10/03/2008 11.42
[pagebreak]
PER LA DESTRA SANTANCHE' E STORACE IN POLE POSITION


Anche La Destra- Fiamma Tricolore questo pomeriggio ha depositato le liste complete per i candidati abruzzesi di Camera e Senato.
Capolista alla Camera per l'Abruzzo sarà Daniela Santanchè, nonché candidata premier.
Secondo posto per Teodoro Buontempo, terzo per Benigno D'Orazio che parteciperà così sia alle amministrative di Pescara che alle politiche.
Quarto posto per Luigi D'Eramo ex An oggi portavoce della provincia dell'Aquila del nuovo partito, quinto posto per Marina Rotini, architetto di Giulianova, sesto posto per Marcello Michetti già assessore della seconda Giunta Cucullo e Consigliere comunale capogruppo di An.
Settimo posto per Concetta Ettorre assessore comunale alla Pubblica Istruzione al Comune di Notaresco, ottavo per Vittorio Battistella e nono per Vincenzo Di Battista.
Decimo posto per Sebastiano Del Casale, undicesimo per Emanuela Di Giacinto, a seguire Carmine Di Giovanni, Giovanni Pellegrini, Francesco Marganelli.
Per il Senato capolista è Francesco Storace, secondo posto per Anna Maria Rita Guarracino, consigliera di parità della Regione Abruzzo, terzo posto per Eugenio Picca, portavoce pescarese del partito. A seguire Concetta Barnabei (detta Dinda), Sebastiano De Laurentis, Clementina De Virgilis, Bernardino Ferrara (detto Moniè).
10/03/2008 18.39
[pagebreak]

IL MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA PUNTA SU LOMBARDO

Sciolte tutte le riserve anche per il Movimento per l'Autonomia - Alleati per il Sud (collegate con le liste del Popolo delle Libertà). Capolista alla Camera sarà Raffaele Lombardo, fondatore del Movimento per l'Autonomia.
Parlamentare europeo, oggi è candidato come presidente della Regione Sicilia.
Secondo in lista Giorgio De Matteis, consigliere regionale, ex Udc poi Italia di mezzo. Terzo posto per Alessio Monaco, sindaco di Rosello in provincia di Chieti, Domenico Taglieri, sindaco di Bugnara, Paola Massaro, Angelo Iacomini, avvocato e assessore all'Urbanistica di Magliano dei Marsi, Geremia Cianchetti, sindaco di Villetta Barrea, Franca Stornelli, Vincenzo Di Pietro, Marina Danese, Marco Tiberio, Massimo Scarazza, Virgilio Lerza, Monna Lisa Lucente.
Per il Senato capolista il generale Antonio Pappalardo, presidente del Sindacato Unitario Pensionati in Uniforme, Jacqueline Kennedy Pettine già candidata sindaco alle ultime amministrative di Montesilvano, Antonello Passacantando, ex consigliere dell'Udc al Comune dell'Aquila, Bernardino Di Clemente, Lorenzo Adolfo Dehò, Delfo Ambrosii, Marco Matani

10/03/2008 19.55