«Fare chiarezza sul riconoscimento della Zfu a Sulmona»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

934

L’AQUILA. Un incontro urgente in cui la Regione Abruzzo faccia chiarezza in merito al riconoscimento di Sulmona a Zona Franca Urbana e confermi gli impegni assunti in tale direzione in più sedi.
Questo l'appello lanciato dalla presidente della Provincia Stefania Pezzopane e dall'assessore Teresa Nannarone in una lettera aperta, inviata al presidente della Regione Ottaviano Del Turco e agli assessori regionali Fernando Fabbiani, Valentina Bianchi, Mimmo Srour e Giovanni D'Amico.
Un invito esteso anche al Presidente del Senato Franco Marini e al sottosegretario Giovanni Lolli, affinchè verifichino quali siano le condizioni previste dal governo per il riconoscimento dei benefici.
Sollecitata più volte dalla Provincia dell'Aquila, l'ammissione del capoluogo peligno nel perimetro della Zona Franca Urbana era stata recepita in un accordo sottoscritto a L'Aquila il 31 maggio 2007 da Regione, Provincia, Enti locali, Organizzazioni sindacali e associazioni di categoria.
Documento quest'ultimo riconosciuto come base programmatica del Protocollo d'intesa per lo sviluppo della Valle Peligna e dell'Alto Sangro, siglato lo scorso 20 febbraio presso il Ministero dello Sviluppo Economico.
L'articolo 7 del Protocollo ministeriale recepisce in pieno la richiesta di inserire di Sulmona tra le zone beneficiarie di sgravi e incentivi speciali, legati alla sua particolare situazione economica.
«Una misura necessaria per poter beneficiare di politiche fiscali attrattive- hanno commentato la presidente e l'assessore- Dopo il riconoscimento dell'87.3 C e il contratto d'area, l'inserimento nel perimetro della ZFU rappresenterebbe per Sulmona un ulteriore passo avanti per invertire la rotta e per porre le basi per un vero rilancio dell'area».

07/03/2008 8.38