D'Ottavio ci ripensa e si candida a San Valentino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

968

SAN VALENTINO. Ci riprova Angelo D'Ottavio. Il piccolo Comune torna alle urne dopo la morte del suo primo cittadino in carico Giannino Ammirati, deceduto nel novembre scorso.
Alla poltrona di sindaco correrà anche Angelo D'Ottavio che l'anno scorso aveva perso le elezioni per appena tre voti.
La lista Aria Nuova presentò anche un ricorso al Tar, poi bocciato, per il riconteggio delle schede elettorali.
E oggi D'Ottavio vuole giocarsi la rivincita sul campo.
«E' con grande soddisfazione che annunciamo la sua candidatura alla carica di sindaco del nostro comune», ha spiegato Giovanni Taglieri, capogruppo di Aria Nuova al Consiglio comunale di San Valentino.
«Io, i colleghi consiglieri, gli amici candidati ed i nostri sostenitori, così come credo tutti gli abitanti di San Valentino, conosciamo bene il nostro candidato sindaco, le sue capacità e competenze professionali, oltre alla sua sensibilità umana. Per noi ha sempre rappresentato un riferimento ed un modello al quale ispirarci ed oggi, ancora più di ieri, lavoreremo con lui per costruire un futuro migliore per la nostra comunità».
Già da due mesi il candidato D'Ottavio aveva parlato pubblicamente della sua indisponibilità a candidarsi «a causa degli impegni politici» che non lo avrebbero messo in condizione di dedicare la giusta attenzione all'attività amministrativa.
Ma l'amore per il suo paese lo ha convinto: ieri sera si è dimesso dalla carica di vice presidente provinciale di Alleanza Nazionale e di responsabile amministrativo regionale del partito per dedicarsi esclusivamente al governo di San Valentino.

04/03/2008 15.09