Milleproroghe: il Senato approva. E’ legge

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1429

ROMA. Il Senato ha approvato la conversione del decreto "milleproroghe" che adesso è legge. La votazione si è svolta per alzata di mano.

La crisi di governo e lo scioglimento del Parlamento hanno fatto sì che il decreto venisse arricchito di varie misure. Ecco le principali novità.
PENSIONI: chi ha raggiunto al 31 dicembre 2007 i requisiti per il pensionamento di vecchiaia e avrebbe dovuto lasciare il lavoro a gennaio 2008 potrà essere reintegrato fino alla "finestra" di giugno 2008. Si eviterà così che i lavoratori rimangano sei mesi senza stipendio e senza pensione.
RATE FISCO: allungamento di 12 mesi della rateizzazione del pagamento dei debiti fiscali, ora pagabili in 72 rate quando superano i 50.000 euro. Non sarà più indispensabile ma
diventa eventuale la fidejussione a garanzia.
BANCHE POPOLARI: diventano due gli anni perche' i soci che hanno oltre lo 0,5rientrino nei limiti fissati dal Testo unico bancario.
CARTELLE MUTE: saranno nulle le cartelle di pagamento che non riportino l'indicazione del responsabile del procedimento di iscrizione a ruolo e di quello di emissione e di notificazione della stessa.
MALPENSA: 40 milioni l'anno nel 2008 e 2009 per far fronte alla eventuale crisi occupazionale di Malpensa, altri 40 milioni agli enti locali azionisti della societa' di gestione
aeroportuale per le infrastrutture.
ALITALIA: potra' usufruire della cassa integrazione straordinaria per fronteggiare gli esuberi.
ROTTAMAZIONE AUTO: rinnovati gli incentivi per chi acquista un'auto di categoria 'euro 4' o 'euro 5' rottamando una 'euro 0', 'euro 1' o 'euro 2', immatricolata entro il primo gennaio 1997. Si concede un contributo pari a 700 euro e l'esenzione per un' annualita' del pagamento delle tasse automobilistiche.
Rinnovati gli incentivi per la trasformazione a metano o Gpl e per chi non compra una nuova auto: in questo caso, e' previsto un contributo di 800 euro per usufruire dei servizi di car sharing mentre chi passa all'uso del servizio pubblico avra' l'abbonamento gratuito per tre anni con 150 euro di contributo rottamazione.
ROTTAMAZIONE MOTO: bonus di 300 euro e un anno di esenzione del bollo per chi rottama una moto o un motorino vecchio e inquinante (categoria euro 0) e contestualmente acquista un moticiclo fino a 400 centimetri cubici di categoria 'euro3'.
RIFIUTI: per far fronte all'emergenza in Campania e' autorizzata, in favore dei commissari delegati, la spesa di 80 milioni per il 2008. E' stata anche concordata una deroga per il termovalorizzatore di Acerra per l'utilizzo dei finanziamenti Cip6.
In un ordine del giorno approvato alla Camera, si impegna il governo per altri 50 milioni di euro.
SOCIETA' QUOTATE A PARTECIPAZIONE PUBBLICA: per le societa' con partecipazione anche indiretta dello Stato o di enti pubblici inferiore al 50, e per le loro controllate, e' esclusa la giurisdizione della Corte dei Conti. La responsabilita' di amministratori e dipendenti e' regolata dalle norme del diritto civile e le controversie sono devolute esclusivamente al giudice ordinario.
SFRATTI: prorogato al 15 ottobre 2008 il blocco per le categorie svantaggiate.
RIMBORSI ELETTORALI: riaperti i termini per la presentazione delle richieste di rimborso per le elezioni del 2006, ora e' al trentesimo giorno dall'entrata in vigore della
legge di conversione del decreto. Le quote di rimborso per gli anni 2006 e 2007 saranno corrisposte in un'unica soluzione entro 45 giorni dalla scadenza del nuovo termine.
ASSEGNI EX DEPORTATI: diventano reversibili e si prevede il diritto alla fruizione dell'assegno di reversibilita' a favore dei familiari superstiti dei deportati in tutti i casi in cui i medesimi deportati non usufruivano del beneficio in quanto non avevano prodotto domanda per ottenere l'assegno vitalizio.
CONTRATTI DI BORSA: soppressa la tassa sui contratti di borsa, istituita dal regio decreto n. 3278 del 1923.
LAVORO FLESSIBILE PA. E' stato inoltre approvato l'ordine del giorno
sul lavoro flessibile nella Pubblica Amministrazione che consente di mettere ordine in una materia che rischiava di creare problemi al sereno funzionamento di molte amministrazioni.
«Questo odg - spiega il senatore Giovanni Legnini (Pd) - aiuta i ministeri competenti, della Funzione pubblica e dell'Economia, a interpretare secondo la volontà del legislatore le norme
contenute nella finanziaria 2008 sul lavoro flessibile, e cioè che le norme restrittive si applicano solo ai rapporti alle dirette dipendenze della PA e non riguardano invece il lavoro interinale. Si aiuta così fugare i dubbi interpretativi che avevano determinato disorientamento negli enti locali, nella PA e, soprattutto, nei tantissimi lavoratori interessati».

BALNEARI DELUSI, RINCARI IN VISTA

«Siamo profondamente delusi che nel decreto legislativo Milleproroghe non ci sia stato spazio per una modifica degli importi dei canoni demaniali marittimi».
Ad affermarlo è il Sib/ Confcommercio Abruzzo.
«Una delle priorita' del prossimo Governo sarà quella di affrontare e risolvere questo problema che da anni assilla la categoria. Ci auguriamo, poi, che le nostre richieste verranno prese in esame: la sospensione del decreto relativo alle pertinenze fino al 31/12/2008, una rideterminazione per quanto riguarda i criteri di calcolo (pur garantendo un gettito adeguato), e la convocazione di un tavolo tecnico con le associazioni di categoria».
«Siamo seriamente preoccupati sugli effetti che avrà il problema dei canoni in quelle strutture oggi fortemente penalizzate: molte si vedranno costrette a rivedere le tariffe 2008 dei servizi di spiaggia ben consapevoli che, data la difficile situazione economica italiana, corrono il rischio di perdere in competitività e quindi il numero di clienti».
28/02/2008 12.21