Elezioni Pescara. E’ Albore Mascia il candidato sindaco per il Pdl

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

12399

PESCARA. Alla fine la fumata è diventata bianca. Nonostante l’ennesima scadenza (ieri) non rispettata ed in totale ritardo che probabilmente sarà colmato già da domani. Luigi Albore Mascia, avvocato, attuale consigliere comunale di An, è stato designato quale candidato per il Popolo delle Libertà alla carica di sindaco.
E' il verdetto che esce dall'ennesima riunione fiume che è stata, come le ultime del resto, molto travagliata e non ha lesinato colpi di scena.
Con oggi dunque anche la campagna elettorale del centrodestra dovrebbe iniziare.
Il PdL in una nota «auspica la massima convergenza sul nome di Mascia di tutte le forze politiche che negli ultimi cinque anni hanno condiviso la battaglia in Consiglio Comunale contro il Centro Sinistra e la sciagurata politica rappresentata dal Sindaco uscente, certi che su tale candidatura possano ritrovarsi tutte le personalità e le forze politiche e storicamente di Centro Destra e delle Liste Civiche che in quest'ambito si riconoscono, con il cui appoggio sarà possibile liberare Pescara dalla gestione D'Alfonso e ridare alla Città la serietà amministrativa che merita».
L'invito sembrerebbe rivolto anche all'Udc di Carlo Masci ma senza troppo sperare, visto che la rottura con il partito di Casini è definita da più parti insanabile.
Non sono piaciute a Forza Italia e An certi atteggiamenti e prese di posizione durante le trattative dello stesso Masci che probabilmente aveva già deciso da tempo la strategia, mentre si vocifera anche di un accordo a livello centrale con il partito.
A conti fatti allora il tutto per tutto si giocherà con gli apparentamenti e con le liste civiche che decideranno di appoggiare il candidato che saprà offrire maggiori garanzie per il futuro. Mai come questa volta i giochi sono sembrati così aperti ed indefiniti.
«Un forte in bocca al lupo all'amico e collega Luigi Albore Mascia», è quanto dichiarato da Alessio Di Carlo non appena appresa la notizia della designazione dell'esponente di AN (anche se ieri aveva ufficialmente sbattuto la porta per essere stato estromesso dalla ennesima riunione di coalizione).
«Spero che Albore Mascia - ha aggiunto Di Carlo - riesca a ricompattare attorno al suo nome le varie componenti della ex CdL e del PdL che per la totale inadeguatezza di alcuni hanno finito per disperdersi».
Il coordinatore regionale di Alleanza Nazionale, Fabrizio Di Stefano, intravede ancora qualche possibilità di dialogo augurandosi che «si trovi una convergenza con l'Udc, se non subito, almeno al secondo turno».

26/02/2008 19.29