Stabilizzazione Co.co.co. Tagliente: «mi hanno frainteso»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1893

ABRUZZO. «Io non sono contrario a tutte le stabilizzazioni ma solo a quelle di personale reclutato senza evidenza pubblica».
Così il consigliere di Forza Italia Giuseppe Tagliente torna sulla questione della stabilizzazione dei precari della Regione Abruzzo. Lo fa con una precisazione «necessaria» dopo che è stato accusato di promuovere il precariato.
«Com'era inevitabile», spiega Tagliente, «la mia presa di posizione sul progetto di stabilizzazione di precari e co.co.co regionali ha provocato reazioni e levate di scudi, anche di chi ha voluto travisare il mio pensiero».
E così ha dovuto sottolineare («è banale farlo ma sembra inevitabile») che il suo discorso contro la stabilizzazione del personale si riferiva soltanto a quei lavoratori che, entrati per chiamata diretta, adesso sono a tutti gli effetti dipendenti regionali.
«Avevo semplicemente sottolineato la sovrapponibilità di queste posizioni con quelle dei Co.co.co reclutati per chiamata diretta, che la Giunta cerca in ogni modo di favorire», insiste ancora il consigliere.
«Dov'è la differenza, in assenza di concorso o selezione ? Detto tutto ciò - conclude Tagliente - spero che l'assessore D'Amico voglia finalmente chiarire quali e quanti dipendenti siano stati reclutati nel rispetto della legge ed avvii rapidamente per costoro la stabilizzazione nei ruoli, così come accaduto in altri enti anche della nostra regione».
Nei giorni scorsi l'assessore D'Amico si è detto assolutamente tranquillo per il polverone alzato dall'opposizione e ha garantito che la Giunta si è mossa «in tutta trasparenza».
Intanto il consigliere di Forza Italia ha presentato una mozione di sfiducia su D'Amico, mozione che stata girata anche alla Procura della Repubblica.
«E' un atto dovuto», aveva sottolineato l'esponente di centrodestra, «perché l'assessore nel rispondere per iscritto alle mie interrogazioni aveva assicurato che a partire da gennaio 2007 il reclutamento di personale sarebbe avvenuto per selezione pubblica».


19/02/2008 9.22