Ermanno Falco nuovo presidente della Commissione Statuto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1202

MONTESILVANO. Durante la seduta di ieri della Commissione Statuto si è proceduto all'elezione del presidente, in seguito alle dimissioni rassegnate dal consigliere Francesco Maragno. E Forza Italia grida al tradimento.
I partiti che compongono la maggioranza di centrodestra hanno indicato il nome del consigliere di Forza Italia Ermanno Falco.
Le opposizioni, ad eccezione del consigliere di Rifondazione Cristian Odoardi, hanno proposto la candidatura alternativa del presidente dimissionario.
In seguito alla relativa votazione è risultato eletto il candidato Falco, sostenuto da Fi, An, Udc e dai rimanenti gruppi di maggioranza, oltre che dal consigliere Emidio Di Felice.
A Maragno che, dopo aver declinato decisamente l'invito rivoltogli dal presidente del Consiglio Valter Cozzi a ritirare le proprie dimissioni, non ha rifiutato però la candidatura offertagli dalla minoranza. A lui sono andati i voti del Pd, di Proposta Liberale europea, del consigliere Giancarlo Cipolletti e dello stesso candidato Maragno.

FORZA ITALIA: «PROFONDO RAMMARICO»

«In ordine ai fatti politici accaduti durante la seduta», ha spiegato il capogruppo di Forza Italia Luigi Marchegiani, «appare chiara la definitiva uscita dalla maggioranza dei consiglieri Francesco Maragno e Cristina Di Giovanni, nonché del consigliere Giancarlo Cipolletti, i quali hanno confermato in un atto ufficiale, qualora ce ne fosse stato ulteriore bisogno, la loro volontà di disattendere la linea politica tracciata dalla maggioranza di governo cittadino, aderendo consapevolmente e strumentalmente alle forze di minoranza presenti in Consiglio».
Forza Italia ha espresso «profondo rammarico per il tradimento del mandato elettorale e della fiducia dei cittadini da parte dei due propri ex consiglieri».
La decisione dei due, Marchegiani non lo ricorda, arrivò a seguito della notizia degli avvisi di garanzia agli esponenti del partito sulla faccenda Concorsopoli.
La decisione di lasciare la Commissione Statuto, invece, è maturata in Maragno a seguito di un presunto veto di Forza Italia sulla nomina di Gervasi ad assessore nel Cordoma bis.

12/02/2008 9.27