«Premiare il metodo per diventare competitivi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

946

ABRUZZO. Più meritocrazia nel mondo del lavoro. Intorno a questa certezza si è sviluppato "Merito Ergo Sum", seminario nazionale di studio per la competitività del sistema Paese e la qualità del capitale umano, svoltosi ad Avezzano, promosso dalla Fondazione Mirror.
La minore competitività italiana rispetto ai partner europei, è un problema soprattutto culturale.
E' quello che è emerso dalle parole del presidente della Regione Abruzzo Ottaviano Del Turco. «La nostra minore velocità di crescita», ha detto il governatore, «è influenzata anche dalla mancata innovazione delle relazioni sindacali, ferme agli anni '60, da allora si accettò come prassi che ogni contrattazione e ogni vertenza poteva essere risolta con semplici aumenti collettivi dei salari, disancorati da ogni discorso di performance».
Nonostante questi, assicura Del Turco, «in Abruzzo sta maturando una realtà industriale di primissimo livello, con il successo della Sevel, il più grande produttore di veicoli commerciali d'Europa, l'importante traguardo raggiunto con la seconda gamba del progetto Galileo su cui la stessa Regione ha investito 12milioni di euro, con il futuro investimento di Micron all'orizzonte».
Ma per premiare il merito, sono tutti d'accordo, ci vuole una metodologia.
Sergio Galbiati, presidente della Fondazione Mirror, ha proposto di «definire criteri oggettivi e condivisi; declinare aspettative da parte delle persone e della società; definire riconoscimenti di risultato ai team e alle singole persone. In questo modo la meritocrazia può diventare un nuovo modello sociale per fare emergere e premiare i talenti».
Sulla stessa linea Arnaldo Mariotti, della Segreteria Tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico: «abbiamo bisogno di una società che sappia premiare il merito. È un nuovo diritto da rivendicare, a partire dal fatto che siano assicurate uguali opportunità, trasparenza dei percorsi e criteri oggettivi di misurazione».


11/02/2008 11.34