Amministrative Pescara, Valloreja: «più sicurezza per tutti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1796

PESCARA. Lorenzo Valloreja ci riprova e si ricandida a sindaco di Pescara, esattamente come cinque anni fa, quando nel suo programma inserì anche la cancellazione dell'asse attrezzato. «Traffico, sicurezza e cultura, queste sono le nostre priorità», ha spiegato l'aspirante primo cittadino.
«Valloreja è l'unico che sia in grado di misurarsi concretamente con le problematiche attuali e dare risposte fattive», ha spiegato Marco Grifone responsabile di Sfl per la Provincia di Pescara.
«L'amministrazione D'Alfonso che in tutti questi anni ha ricevuto da noi innumerevoli suggerimenti», ha sottolineato Grifone, «non è stata in grado di accoglierli pienamente causando così solo caos mediatico e operazioni di facciata. E' tempo dunque di cambiare seriamente».
E sul suo programma amministrativo Valloreja ha spiegato: «bisogna puntare sull'eliminazione del traffico perché va da se che nella nostra realtà incide molto sulla qualità della vita dei pescaresi».
Altro punto la sicurezza: «è un diritto dei cittadini vedere salvaguardata la propria integrità fisica ed i propri averi e la cultura perché essa non è solo viatico di elevazione spirituale ma può essere senz'altro anche fonte di ricchezza economica».
E tra le varie idee quella di portare una sezione distaccata del Guggenheim a Pescara: «siamo sicuri, in questo modo, di poter dare vita a quelle giuste opportunità che creeranno l'unico vero indotto in grado di risollevare l'economia di tutto il circondario».
«Il Guggenheim museum», ha spiegato Grifone, «cerca una località che sia disposta ad ospitare una sua sede decentrata nell'area mediterranea. Pescara potrebbe essere la soluzione ideale anche in vista dei prossimi Giochi del Mediterraneo».
E sull'area di risulta Valloreja rivendica il copyright su alcune proposte.
«Ho notato con molto piacere per l'ennesima volta che le idee di SFL – Innovazione per Pescara sembrano riscuotere molto successo per la loro indubbia qualità e a certificare questo successo non sono stati solo gli elettori ma anche i partiti di maggioranza e opposizione».
Il capolista Marco Grifone poi ha precisato:«Già siamo intervenuti quando Di Biase riprese quasi completamente il nostro progetto di riqualificazione dell'ex Cofa, sia quando l'ex Onmi è stato salvato dalla demolizione grazie al nostro intervento, sia quando l'assessore Mancini ha accolto diversi punti del Piano Mobilità da noi presentato, quali sensi unici, rotatorie e parcheggi che prima del nostro progetto erano assenti dai piani di intervento del comune. Oggi abbiamo appreso con stupore», ha continuato, «che l'opposizione ha finalmente scoperto che nell'Area di Risulta i parcheggi interrati costano troppo e che invece i silos possono essere facilmente realizzati a basso costo ai fianchi della stazione: visto che questo punto era nel nostro programma addirittura dalle precedenti elezioni comunali ben cinque anni fa, ci stupisce alquanto che arrivi solo oggi, a pochi mesi dalle elezioni, un simile intervento dall'opposizione e soprattutto viene da dire che è stata fatta da An “la scoperta dell'acqua calda”; la stessa cosa era stata fatta con il “Ponte del Mare” quando l'opposizione si è pronunciata a favore di un ponte carrabile, quando noi l'avevamo proposto circa un anno prima».

04/02/2008 9.31