E Forza Italia vuol far multare i cassonetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1378

PESCARA. «La Polizia municipale non può disciplinare il posizionamento dei cassonetti portarifiuti sul territorio di Pescara perché l'amministrazione comunale non ha predisposto le piazzole dotate di apposita segnaletica».
E' quanto emerso ieri nel corso della commissione consiliare permanente infrastrutture che ha ascoltato gli agenti municipali sul 'caso' di piazza Salvo D'Acquisto. Lo ha riferito la capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Nicoletta Verì.
«La Polizia municipale – ha proseguito la capogruppo Verì – è stata convocata per discutere della presenza di alcuni cassonetti dei rifiuti sul marciapiede di piazza Salvo D'Acquisto, strutture che ostacolano il passaggio dei pedoni costretti a scendere in strada a proprio rischio e pericolo. Una situazione che purtroppo si ripete anche in molte altre zone della città, come all'incrocio tra via Pepe e via D'Avalos».
I vigili urbani però ieri hanno rivelato di non poter 'sanzionare' la ditta che si occupa del posizionamento dei cassonetti (la Attiva) in quanto non ci sono in città zone individuate con apposita segnaletica per limitare il sito destinato ai cassonetti. Dunque potenzialmente i cassonetti dei rifiuti possono essere messi ovunque, anche se intralciano i pedoni.
La capogruppo Verì ha ribadito la richiesta di rimozione immediata dei bidoni portarifiuti da tutti i marciapiedi di Pescara e il loro riposizionamento nel rispetto del codice della strada «e soprattutto – ha puntualizzato la capogruppo Verì – ritengo necessario potenziare il controllo dei vigili nella zona, anche per multare i proprietari dei cani che lasciano sulla piazza gli escrementi dei propri animali, anche se la stessa Polizia municipale ha affermato che un servizio del genere è ben difficile da eseguire in quanto necessita di ore di appostamento in borghese in orari precisi della giornata»

20/12/2007 8.10