Montesilvano. Attacco da sinistra: «Cordoma populista e incapace»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3127

MONTESILVANO. «La Giunta Cordoma, al di là di iniziative populiste e demagogiche, si sta rivelando inaffidabile ed incapace a risolvere i reali problemi della città»
A quasi sei mesi dall'insediamento del sindaco Lillo Cordoma la Sinistra Democratica, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani bocciano in toto l'operato del primo cittadino e sono pronti ad avvicinarsi alle vere istanze («irrisolte») dei cittadini.
I segretari Giuseppe Nardinocchi, Michele Castellano, Carmine De Vincenzo non vedono fin qui nulla di buono nel governo di Montesilvano e si dicono pronti a colmare il gap. «Il sindaco», spiegano, «è sempre più alle prese con le divisioni che si aprono frequentemente al suo interno, dal caso del consigliere Cipolletti, a quello dell'assessore Domani fino alle diverse posizioni in materia urbanistica».
Nei giorni scorsi, presso la sede del circolo cittadino del partito dei Comunisti Italiani si sono riunite le tre delegazioni. Nel corso dell'incontro sono state concordate le linee operative per cercare di riunire le forze di sinistra.
Il prossimo 8 e 9 dicembre ci sarà a Roma l'assemblea costituente e i rappresentanti sperano che quello sia il primo passo che porti, in futuro, «ad una sigla unitaria rappresentativa di tutte le forze politiche della sinistra». Dopo quell'appuntamento i circoli locali organizzeranno (circa a metà dicembre) un'assemblea cittadina con lo scopo di ascoltare i cittadini sui vari problemi della città.
Nella stessa riunione si è proposto al Consigliere Comunale Cristian Odoardi, di rappresentare istituzionalmente le posizioni e le iniziative politiche del Coordinamento Unitario della Sinistra di Montesilvano Odoardi, nell'accettare la proposta, ha dato la sua disponibilità per tutte quella iniziative di raccordo che si rendessero necessarie.


23/11/2007 9.50