Traffico. An:«Provvedimenti caotici solo per agevolare il nuovo supermercato»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3764

PESCARA. «Il piano traffico, le modifiche alla viabilità, le rampe chiuse, sono tutte manovre tese a portare il traffico verso un punto ben preciso di Pescara Porta Nuova». In merito all’avvio dei cantieri strategici a Pescara Porta Nuova, annunciati dall’assessore Mancini, intervengono Lorenzo Sospiri ed Armando Foschi amplificando quello che da tempo i cittadini di Pescara dicono sottovoce.

PESCARA. «Il piano traffico, le modifiche alla viabilità, le rampe chiuse, sono tutte manovre tese a portare il traffico verso un punto ben preciso di Pescara Porta Nuova».
In merito all'avvio dei cantieri strategici a Pescara Porta Nuova, annunciati dall'assessore Mancini, intervengono Lorenzo Sospiri ed Armando Foschi amplificando quello che da tempo i cittadini di Pescara dicono sottovoce.


Non c'è dubbio che il traffico sarà uno dei temi dominanti delle prossime consultazioni elettorali, quelle amministrative, e c'è il sospetto che sarà il vero banco di prova dell'attuale amministrazione di centrosinistra.
E ancora una volta ricorre il tema della “predilezione” verso una attività imprenditoriale ben precisa.
«I tanti cambi apportati alla viabilità probabilmente, sotto sotto, servono a favorire il nuovo super mercato che a giorni aprirà nel centro di Pescara Porta Nuova portando caos, lunghe file ed inquinamento», dicono gli esponenti di An.
Sospiri e Foschi, all'annuncio delle nuove rotatorie, fanno notare che queste dovrebbero essere strumenti utili a favorire lo scorrimento e la fluidificazione del traffico con sicurezza eliminando i pericoli degli incroci; ma, mettono in risalto, con un voluto bisticcio di parole, il pericolo che ruota intorno ad alcune rotatorie.
«Infatti», dicono,«a ridosso delle stesse, il traffico si incrocia pericolosamente e non ha nulla da invidiare agli incroci acrobatici eseguiti con perizia dai piloti delle Frecce Tricolori».
Per esempio la rotatoria di Piazza Marina: «chi proviene dall'asse attrezzato diretto verso Via Lungaterno sud interseca, pericolosamente, il traffico proveniente da piazza Italia diretto verso via A. Doria».
Oppure quella di Viale Pindaro, Viale della Pineta:«chi proviene da Viale Pindaro diretto verso Via della Bonifica interseca, pericolosamente, il traffico proveniente da Viale della Pineta diretto verso Via Tirino».
E la rotatoria Via Marconi, Via V. Colonna: «tutto il traffico diretto verso Via Vasco de Gama interseca, pericolosamente, con quello proveniente da Via A. Vespucci».
«Il Piano Urbano del Traffico», concludono Foschi e Sospiri, «è uno strumento che dovrebbe favorire l'abbattimento degli elementi inquinanti, delle situazioni di pericolo e migliorare la qualità della vita; purtroppo, tutto questo, a Pescara non avviene».

23/11/2007 8.49

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=12600]COSA CAMBIA A PORTA NUOVA[/url]



Visualizzazione ingrandita della mappa