«La Provincia doveva difendere l’ampliamento della discarica»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1274

TERAMO. «Il progetto della cabinovia ai Prati di Tivo ha visto la Provincia attivarsi, a tutti i livelli, nel cercare la necessaria concertazione con tutte le istituzioni interessate per evitare che la bocciatura del Parco potesse ostacolare la valorizzazione della montagna. Altrettanto non è stato fatto sul problema dei rifiuti».
Lo ha detto il consigliere di An, Carlo Taraschi, nel corso della conferenza stampa tenuta questa mattina, nella sede dell'ente, insieme al consigliere di Forza Italia Rando Angelini.
Ad essere stato ostacolato, secondo Taraschi, è stato «il Comune di Teramo, che voleva risolvere il problema dei rifiuti con l'ampliamento della discarica ma il piano regionale di assetto idrogeologico ha bocciato in corsa il progetto. Era necessario che la Provincia facesse di tutto per superare i problemi e difendere il progetto del Comune che, peraltro, era previsto dal piano provinciale. Invece non lo ha fatto. Sono stati usati due pesi e due misure per problemi che invece andavano affrontati in maniera analoga».
«Basta con la politica del no – ha rincarato la dose Rando Angelini, -, è necessario trovare soluzioni ai problemi e non, come accade, ostacolare la realizzazione di infrastrutture necessarie per lo sviluppo del territorio. Siamo sconcertati di fronte a quelle iniziative che non tengono conto delle prospettive di crescita della comunità».
21/11/2007 9.11