Aceto (Udeur): «una nuova sede della Questura a Chieti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1596

Aceto (Udeur): «una nuova sede della Questura a Chieti»
CHIETI. Il Consigliere e Segretario Regionale dei Popolari-Udeur, Liberato Aceto, ha presentato in Consiglio regionale una proposta di risoluzione urgente per la tutela del diritto alla sicurezza dei cittadini e all’impegno delle Regione affinchè sia trovata un’adeguata sede per la Questura di Chieti.
Nelle scorse settimane i sindacati di Polizia hanno denunciato carenze di organico e mancanza di macchine, mezzi e strumenti di lavoro necessari per soddisfare in maniera adeguata la domanda di sicurezza da parte dei cittadini. Sempre le forze sindacali lamentano il mancato inserimento nella “Finanziaria 2008” di un fondo necessario per il rinnovo del contratto di lavoro del personale appartenente alle forze di Polizia, la riduzione del 10% della spesa per il lavoro straordinario e, più in generale, l'assenza di maggiori investimenti nel comparto della Pubblica Sicurezza per far fronte alle carenze di uomini e mezzi.
Aceto ha così presentato una risoluzione urgente in cui si impegna il presidente della Regione e la Giunta regionale ad assumere «ogni iniziativa opportuna per sollecitare il Governo affinché, nell'ambito dei lavori parlamentari per l'approvazione della Finanziaria 2008, si adoperi per trovare maggiori risorse da destinare al potenziamento degli organici e dei mezzi delle forze di Polizia e più in generale per evitare ipotesi di riorganizzazione degli Uffici di Polizia sul territorio nazionale che contemplino la chiusura delle relative sedi».
Nel documento viene inoltre rimarcato che «la città di Chieti manca di un'adeguata sede della Questura poiché i suoi uffici sono da tempo relegati in una condizione di fatiscenza che non consente al personale operante di espletare al meglio le proprie funzioni, e che quindi è impellente la necessità di dare concretezza alle ipotesi di trasferimento in una più funzionante struttura, soprattutto alla luce della possibilità che due delle tre caserme di Chieti di proprietà del Ministero della Difesa passeranno nella disponibilità degli enti pubblici».
Per questo si chiede «l'impegno del presidente della Regione a fare quanto in suo potere, interloquendo anche con i Ministri interessati, per facilitare una intesa tra le istituzioni coinvolte che consenta di trasferire la Questura di Chieti in una delle Caserme del Ministero della Difesa che da più parti vengono indicate come da dismettere»
14/11/2007 9.04