A Lanciano An torna in maggioranza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1274

LANCIANO. A Lanciano, Alleanza Nazionale rientra nell'alveo del centrodestra, entrando a fare parte della maggioranza (Fi-Udc-Dca, liste civiche 'Alleanza per Paolini' e 'Lanciano che Verra'') che guida l'amministrazione comunale dalle amministrative 2006, in cui fu riconfermato sindaco Filippo Paolini (Fi).
L'ufficializzazione è stata data dai coordinatori regionale e provinciale del partito, Fabrizio Di Stefano e Mauro Febbo, nonché dal presidente del circolo cittadino Marco Di Giovanni e dal capogruppo Marino Ferretti.
In consiglio comunale An, prima all'opposizione, passa da un consigliere a quattro. Hanno aderito ad An Marco Di Domenico e Fabrizio Bomba da "Alleanza per Paolini" (maggioranza) e Nereo Dell'Aventino, eletto in "Alleanza per Lanciano Libera" (prima opposizione).
Complessivamente la maggioranza di centrodestra passa da 18 a 20 consiglieri.
Si sana così la frattura con il centrodestra che risale al 2006, quando An aveva appoggiato la candidatura a sindaco di Nicola Fosco.
Di conseguenza il partito si era spaccato, con la creazione di una lista civica "Alleanza per Paolini", che ha espresso anche l'assessore al commercio Gianpanfilo Tartaglia, anch'egli ora rientrato in An.
«Ritorniamo nell'alveo naturale del centrodestra, dopo scelte strategiche diverse, decise nelle scorse amministrative», ha detto Febbo. «Siamo consapevoli che a Lanciano, seconda città della provincia, la destra è sempre stata importante. Non si poteva più restare all'opposizione. E' stato un lungo e fattivo lavoro di tessitura politica con gli altri partiti della coalizione».
Per Di Stefano «ora si cambia pagina. Da Lanciano si riparte anche per riconquistare la maggioranza della Provincia di Chieti, alle prossime elezioni».

30/10/2007 7.57