Commissione bilancio. Polemica sui finanziamenti al golf, Orlando si dimette

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1264

L’AQUILA. Il presidente della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale, Angelo Orlando (Prc), si è dimesso oggi dalla carica. L'Idv abbandona l'aula sulla finanziaria.
Le dimissioni - secondo quanto si è appreso - sarebbero state presentate nel corso della riunione della Commissione perché in disaccordo con la cancellazione, decisa ieri dal Consiglio, della legge che finanziava i campi da golf in Abruzzo, che era già stata approvata dal Consiglio nell'ambito della cosiddetta "Legge Omnibus".
Le dimissioni non sarebbero dovute alla sostanza del provvedimento ma al metodo utilizzato, che Orlando riterrebbe offensivo nei confronti dell'Assemblea regionale.
La lettera di dimissioni non è stata ancora pervenuta dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio.
«Più volte lo abbiamo detto, in aula ed alla stampa, che questa maggioranza vota in aula solo sotto ricatto delle dimissioni di Del Turco, ed i fatti ci danno ragione» tuona Alfredo Castiglione «dopo il voto imbarazzato di ieri in aula, il collega Orlando ha rassegnato le proprie dimissioni da una commissione letteralmente “inutile”, scavalcata in sfregio alla carta costituzionale della Regione Abruzzo dalle sveltine di questa maggioranza senza testa».
E prosegue: «ieri sera abbiamo assistito all'ennesimo indegno spettacolo per la regia di Del Turco con la partecipazione, passiva, dei Consiglieri di maggioranza, uno spettacolo che ha umiliato le associazioni di categoria, gli enti locali ed i sindacati che cercavano un momento di confronto, ma hanno trovato solo un muro contro il quale poter solo piangere».
«E' arrivato il momento di gettare la spugna», ha concluso Castiglione, «le odierne dimissioni del Presidente Orlando, al quale va la mia personale stima, danno il LA ad un De Profundis che tutti gli abruzzesi in coro cantano a Del Turco & c.».

Il coordinatore regionale dell'Italia dei Valori, Alfonso Mascitelli, esprime una convinta solidarietà al Presidente della “Commissione Bilancio”, il senatore Angelo Orlando, per il senso di responsabilità dimostrato con le sue dimissioni dopo la discussa (e discutibile) seduta consiliare che ha portato all'approvazione della nuova manovra finanziaria della Regione.
«Noi dell'Italia dei Valori», ha dichiarato poco fa Mascitelli, «disertando l'aula durante il voto sulla manovra finanziaria, abbiamo voluto rimarcare quanto diciamo ormai da tempo: non possiamo far passare come un successo l'aver coperto d'urgenza un disavanzo finanziario. Tale situazione è alla base di una crisi istituzionale e politica visibile agli occhi di tutti. Inoltre il problema era già stato annunciato e documentato da mesi e ora rischia drammaticamente di ripetersi in assenza del controllo degli interventi strutturali. La debolezza di una incisiva capacità di programmazione e di una gestione autoreferenziale delle istituzioni stanno trasmettendo all'Abruzzo la percezione e la prospettiva di un futuro incerto. Si continua a non tener conto del disagio diffuso delle famiglie, delle forze produttive, delle associazioni di categoria e dei rappresentanti degli enti locali, continuando una non più proponibile cultura dell'emergenza. Dopo l'uscita dalla maggioranza di un partito come l'IdV, che rappresenta il 4% dell'elettorato abruzzese, e le dimissioni da presidente di un esponente di primo piano come il Senatore Orlando, cos'altro dovrà accadere per far comprendere alle istituzioni e all'azione di governo che è necessario un recupero di credibilità?».

24/10/2007 15.03

«Auspico un appello unanime per il ritiro delle dimissioni di Angelo Orlando da Presidente della Commissione bilancio della Regione Abruzzo», ha detto il segretario Marco Gelmini (Rc), «serve l'esperienza ed il contributo al lavoro istituzionale del compagno Orlando (importante anche nella recente vicenda “Omnibus etc”); serve una risposta al problema evidenziato di un corretto rispetto del lavoro realizzato in Consiglio».

«Pur essendo su posizioni diametralmente opposte sui banchi del Consiglio Regionale, posso capire lo stato d'animo che ha spinto Angelo Orlando a dimettersi dalla Presidenza della Commissione Bilancio», queste le prime dichiarazioni del capogruppo regionale de La Destra, Benigno D'Orazio.
«Del Turco con il suo atteggiamento ha di fatto offeso le Istituzioni, frustrando la stessa stesura della Commissione Bilancio, del tutto ignorata e “scavalcata” non solo nell'ultima grottesca vicenda relativa alla variazione di bilancio. Con quella che oramai sembra diventata una prassi, risulta inutile il compito delle Commissioni che dunque rappresentano soltanto uno spreco di denaro pubblico» ha sottolineato ancora D'Orazio.

«Mi rammarica molto la decisione di Angelo Orlando di dimettersi da Presidente della Commissione bilancio poiché riconosco il valido e prezioso lavoro nell'espletamento della sua attività». Questo il commento del Presidente del Consiglio Regionale, Marino Roselli, sulla decisione di Angelo Orlando di rassegnare le proprie dimissioni dalla presidenza della prima Commissione consiliare dell'Emiciclo.
«Auspico – ha proseguito Roselli – che nei prossimi giorni si attivi la ripresa di un sereno confronto sulla legge di bilancio che tenga presente le priorità da affrontare per l'Abruzzo e per i suoi cittadini. Spero, inoltre, – ha aggiunto il Presidente - che il consigliere Orlando continui a dare il suo valido contributo come Presidente della prima Commissione per portare avanti l'opera di buon governo della regione. La nostra regione – ha concluso il Presidente - necessita della presenza di persone valide ed esperte come Angelo Orlando. Sono convinto che il consigliere, dopo un'attenta riflessione, tornerà sui suoi passi e continuerà a dare il suo importante apporto ai lavori del Consiglio Regionale».




24/10/2007 17.36