Rc:«i responsabili del buco del Teatro Marrucino devono pagare»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1511

Rc:«i responsabili del buco del Teatro Marrucino devono pagare»
 CHIETI. Da una parte il buco (presunto) di un milione e passa euro della gestione del 2006 dall’altra il continuo tentativo di coprire tutto con il silenzio. Come stanno davvero le cose? Chi sono i responsabili? E’ giusto che paghino poer un danno prima economico e poi di immagine per la città?
Sarà ancora lunga la vicenda politica che si è impadronita purtroppo anche della gestione del Teatroi Marrucino.
Un problema che ha la sua causa prima nella “occupazione della casella” da parte del potere politico cittadino che da sempre utilizza la gestione del Marrucino come serbatoio di poltrone.
Il risultato è questo: a capo ci sono spesso persone che rispondono a referenti e che magari poco possono per l'arte.
Così il Partito della Rifondazione Comunista di Chieti, nella persona del Capogruppo Riccardo Di Gregorio, prova ad inaugurare una definitiva operazione trasparenza rivolgendo al sindaco Ricci, al Commissario Straordinario Istituzione Deputazione Teatrale “Marrucino” e al Collegio dei Revisori dei Conti una formale richiesta di documentazione.
«Vogliamo avere copia dei contratti di sponsorizzazione relativi alle stagioni teatrali e liriche 2006/2007 e Settimane Mozartiane 2006/2007», spiega il coordinatore cittadino, Fabio Stella, «vogliamo avere il resoconto completo dei rimborsi spese sostenuti negli esercizi 2006 e 2007 in favore di amministratori, dirigenti e direttori e delle spese di ospitalità sostenute per artisti, musicisti e tecnici negli esercizi 2006 e 2007».
Si riuscirà a fare chiarezza una volta per tutte sulla passata gestione?
«Nonostante il tentativo di stendere un manto di oblio sulle vicende del Teatro Marrucino», commenta Stella, «esse tornano inevitabilmente a galla sia perché è impossibile nascondere il fallimento della gestione 2006, che ha prodotto oltre un milione e centomila euro di deficit, sia perché le difficoltà economiche ed amministrative attuali, unite alla precarietà del percorso legato alla costituzione dell'Ente Lirico Abruzzese, impediscono un corretto ed efficace avvio delle stagioni teatrali e liriche del Marrucino».
I tentativo di Rc è quello di «ripartire in maniera pulita» ma prima «occorre far chiarezza assoluta sulle gestioni che hanno affossato il Teatro Marrucino e sulle responsabilità che non possono essere che personali».
Secondo i partito non è più il caso di far ricadere sui cittadini il ripianamanto dei debiti.
«I responsabili del buco devono pagare prima di tutto economicamente»

02/10/2007 11.03