Finanziaria e sanità: la parola d’ordine è «tagliare le spese»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1076

ABRUZZO. «Proseguiremo nel solco delle scelte coraggiose fatte finora, percorrendo la strada del risanamento del sistema sanitario regionale». Così stamane si è espresso l'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca, intervenendo ai lavori del convegno promosso dalla Fials, sindacato autonomo della Sanità, nella sala dei Marmi della Provincia di Pescara.
Tema del convegno è stato il Piano sanitario ed il coraggio delle scelte.
«Ora è aperta la discussione sul Piano sanitario regionale - ha ricordato l'assessore - il piano, pubblicato ancor prima dell'adozione in Giunta regionale, così da garantirne la massima trasparenza, è suscettibile di integrazioni, critiche e proposte, è però doveroso arrivare alla fine di questo percorso con una sistemazione di regole e percorsi del sistema sanitario regionale».
Intanto l'assessore ha ricordato gli obiettivi già conseguiti dall'azione del governo regionale: l'istituzione dell'Agenzia Sanitaria Regionale, l'avvio di percorsi alternativi al ricovero ospedaliero, l'adeguamento delle strutture ospedaliere, la dotazione di Atti aziendali per le Asl abruzzesi, la riduzione della spesa farmaceutica al di sotto della soglia del 13% della spesa sanitaria complessiva.
«Cogliamo i primi frutti di queste scelte - ha sottolineato Mazzocca - altri ne coglieremo in futuro, come accaduto per il piano di rientro dal deficit della sanità, ritenuto credibile dal Governo, consentendo alla Regione di beneficiare della somma di 400 milioni di euro, dopo la prima verifica».
Per l'assessore l'obiettivo del governo regionale «non è quello di spendere meno ma quello di spendere meglio sulla sanità, redistribuendo le risorse in maniera adeguata».
Anche l'assessore al bilancio oggi ha parlato di bilancio.
«Il presupposto fondamentale per la riuscita della gestione finanziaria è l'attuazione del piano di rientro sanitario. La situazione attuale, quindi,impone scelte di rigore nella predisposizione del bilancio 2008 che comporteranno sacrifici per tutti i settori regionali».
Così l'assessore al bilancio, Giovanni D'Amico, ha presentato oggi alle parti sociali la nuova strategia di bilancio.
Presente anche l'assessore Fernando Fabbiani.
Un tavolo di concertazione in cui si è discusso del quadro finanziario 2008 e delle prospettive future.
L'assessore ha consegnato ai presenti un prospetto dettagliato da cui emergono i dati della gestione finanziaria degli ultimi due anni, il confronto tra entrate correnti e spesa sanitaria, la spesa per il servizio sanitario regionale, debiti e disavanzi.
Una situazione difficile che l'assessore D'Amico propone di affrontare con un taglio alla spesa molto forte a vantaggio della sanità. Del resto, l'attuazione del piano di rientro sanitario richiede interventi sugli equilibri finanziari già nel corrente anno.
«Stiamo lavorando in queste ore sul nuovo testo della "Omnibus" - ha proseguito D'Amico - che correggerà sostanzialmente il provvedimento di legge del Consiglio regionale. Dovremo procedere poi ad una manovra aggiuntiva per stornare fondi al servizio sanitario».

28/09/2007 14.05