400 mila euro per il golf, Di Paolo furioso: «una porcheria assoluta»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

11526

ABRUZZO. Aria di tempesta sull’argomento golf in Regione, dopo l’approvazione in Consiglio del progetto di legge su “provvidenze per l’ammodernamento, l’ampliamento ed il potenziamento delle strutture adibite alla pratica del golf e per la promozione dell’attività golfistica”.
«Da un lato si chiedono sacrifici ai cittadini abruzzesi per ripianare il debito della Sanità e dall'altro si fanno incomprensibili regalìe ad un ristretto gruppo di utenti che pratica uno sport di elite», ha commentato il consigliere della Dc che non ha gradito affatto.
Sarebbe infatti in programma di destinare 400 mila euro per sostenere il golf, «un'attività sportiva», sbotta Di Paolo, «che di certo non è di massa e rappresenta un vero scippo alle tasche dei cittadini».
Ma non solo. «Lo scempio» sarebbe ancor più grande se si considera che la norma finanziaria prevede che per gli esercizi successivi lo stanziamento è garantito dalle annuali leggi di bilancio, che in parole povere significa che ad ogni esercizio finanziario della Regione ci saranno nuovi stanziamenti.
«Sarebbe stato ben più comprensibile», continua il consigliere, «se un investimento di tale portata fosse stato destinato alla creazione di opportuni spazi aggregativi fruibili dalla maggior parte della popolazione, non limitandosi ad un'attività di nicchia come invece previsto da questa Legge».
Di Paolo parla di un «vero affronto a tanti Comuni che hanno fatto richiesta di contributi per qualche migliaio di euro per realizzare piccoli impianti sportivi polivalenti (calcetto, basket, tennis ecc.) e che non verranno mai finanziati per carenza di fondi».

25/07/2007 10.17