Cialente: «a Perdonanza delegazioni palestinesi e israeliane»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1157

L’AQUILA. «Alla Perdonanza dell’Aquila del prossimo anno – o, al massimo, del 2009 – saranno invitate una delegazione israeliana e una palestinese». Lo ha detto il sindaco del capoluogo abruzzese, Massimo Cialente, all’ambasciatore dello Stato ebraico in Italia, Gideon Meir, nel corso di un incontro che si è tenuto stamani in Comune.

«La massima aspirazione – ha aggiunto Cialente – sarebbe affidare i ruoli della dama che porta la Bolla del Perdono di Papa Celestino V e del giovin signore, che reca il ramo d'ulivo con cui il cardinale designato dalla Santa Sede apre la Porta Santa di Collemaggio, a due giovani delle Nazioni in questione».
«L'Aquila – ha aggiunto Cialente -, proprio in virtù del dettato di fratellanza e riconciliazione emanato dal Papa Santo nel 1294, è la città della pace per eccellenza, e questo potrebbe essere un ulteriore segno tangibile di come il capoluogo abruzzese vuole offrire il proprio concreto contributo alla pacificazione tra i popoli».
«Noi vogliamo la pace con i Palestinesi» ha commentato l'ambasciatore Meir, che, nel prendere atto con soddisfazione di tale invito, ha aggiunto che lo stesso sarà girato alle autorità di Gerusalemme per ottenere la valutazione e l'eventuale consenso.
All'incontro di stamani in Comune erano presenti anche l'ambasciatore di Malta in Israele, Abraham Borg, la presidente della Provincia dell'Aquila, Stefania Pezzopane, e il console generale di Malta, Luigi Lombardo.
La presidente Pezzopane ha sottolineato la necessità della «cooperazione tra le diplomazie di tutto il mondo affinchè si possa raggiungere l'obiettivo di un accordo che porti a due Stati sovrani contigui e indipendenti per i due popoli».
I due rappresentanti diplomatici sono oggi all'Aquila per la tavola rotonda «Le Politiche Regionali per lo Sviluppo della Pace nel Mediterraneo», in programma alle 16 all'auditorium di Palazzo Silone e organizzata dalla Confartigianato dell'Aquila, dall'assessorato alle Politiche del Mediterraneo della Regione e dal centro studi Euromediterraneo della Link Camp University of Malta.

17/07/2007 8.58