Comune Pescara 2008, esenzione Ici per 5mila famiglie e nuovi cantieri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1664

Comune Pescara 2008, esenzione Ici per 5mila famiglie e nuovi cantieri
 IL DOCUMENTO. PESCARA. Il Comune di Pescara scopre la concertazione. Così per il prossimo bilancio 2008 l'amministratore comunale si muove per tempo e pubblica il documento di programmazione economica e finanziaria e le linee di indirizzo che dovranno essere poi calate nel vero e proprio bilancio per il prossimo anno. Una lunga attività di ascolto delle istanze che provengono dal territorio, dal mondo delle associazioni, dei sindacati per creare una programmazione finanziaria su tutti i settori della vita della città e riuscire a colmare quei vuoti ancora esistenti.
Insomma, meglio tardi che mai, nell'ultimo anno da sindaco di D'Alfonso si prova a fare le cose per bene e, senza timore, lo stesso primo cittadino ammette: «si sarebbe dovuto fare sempre così».
Il lungo documento che pubblichiamo integralmente, in maniera molto generale, individua le linee ed i diversi settori che dovranno essere toccati dalla concertazione e vanno dalle politiche tributarie alle iniziative strategiche per aumentare le entrate delle casse comunali, le politiche di bilancio, i Lavori Pubblici, il traffico. E poi ancora l'urbanistica e la cultura, lo sport, i mercati, i progetti comunitari, la pubblicità.
Fra le buone intenzioni anche quelle di riorganizzare i servizi di controllo dei pagamenti dei tributi in modo da razionalizzare la spesa e aumentare le entrate; si è parlato infatti di una banca dati unica in città su Ici e Tarsu e dei controlli effettuati negli ultimi mesi attraverso l'anagrafe per individuare quei nuclei familiari che non hanno mai pagato la tassa sui rifiuti.

Fra le opere più importanti da realizzare il sindaco ha posto l'accento sul rinnovamento di via Tiburtina, via Di Sotto, corso Vittorio Emanuele, viale D'Annunzio e viale Marconi.
Inoltre il 23 luglio sarà pubblicato il bando per i lavori tra via Caravaggio e via Ferrari per un importo di 3 milioni finanziati dalla Regione.
Altra opera che sarà iniziata durante il mandato D'Alfonso dovrebbe essere il già annunciato allungamento dell'asse attrezzato «strada che serve il porto ma non vi arriva».

Tra le scelte strategiche dell'amministrazione comunale per il 2008 ci sono l'esenzione dall'Ici sulla prima casa per circa 5.000 famiglie (col sistema delle detrazioni) per le fasce di reddito più basse, e l'incentivo attraverso la Tarsu (tariffa per i rifiuti solidi urbani) per i nuovi esercizi commerciali che apriranno nel centro commerciale naturale.
Tra le altre intenzioni virtuose anche quella, più volte ventilata, di aumentare la percentuale di raccolta differenziata, anche se nell'ultimo anno i risultati non sono stati affatto incoraggianti e già si prevedono nuovi incrementi di spesa per i nuclei familiari.
Nel settore urbanistico si lavorerà alla definizione degli strumenti attuativi del Piano regolatore, di alcuni piani di zona, piani particolareggiati e piani di recupero, e si dovrà effettuare uno studio preliminare per il nuovo Piano regolatore.
Nell'ambito culturale si attende, tra l'altro, l'apertura del museo delle Meraviglie marine e del teatro Michetti.
In vista dei Giochi del Mediterraneo del 2009, poi, saranno effettuati lavori allo stadio Adriatico per dieci milioni di euro (la gara è attesa a giorni).
Infine con orgoglio sindaco e assessore al bilancio, Camillo D'Angelo, hanno fatto notare come l'Ici di Pescara sia la più bassa d'Italia:
«questo è un fatto», hanno detto.

11/07/2007 9.16


IL DOCUMENTO INTEGRALE