Oggi il Consiglio regionale tra le polemiche su bilancio e spese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

777

AGGIORNAMENTO (17.03)
Nella seduta odierna del Consiglio regionale è stata approvata la legge “Politiche regionali per il coordinamento e l'amministrazione dei tempi delle città” di cui sono firmatari le consigliere Maria Rosaria La Morgia (L'Unione), Antonella Bosco (DS), Daniela Santroni (PRC), Stefania Misticoni (DS). Con questa legge la Regione Abruzzo si è dotata di uno strumento legislativo idoneo a promuovere e coordinare le iniziative in materia di organizzazione temporale che le amministrazioni comunali sono chiamate ad attivare.
Il progetto approvato riconosce un ruolo attivo alla Regione nella promozione di interventi di tempi e orari ed individua specifiche integrazioni alle leggi regionali vigenti in materia socio-assistenziali, di urbanista, dei trasporti, di parità, dell'istruzione, della cultura, da adottarsi da parte della Regione entro un anno dall'entrata in vigore del provvedimento legislativo.
La legge individua, inoltre, i criteri generali di coordinamento e amministrazione dei tempi e degli orari, fa riferimento ala mobilità sostenibile, all'accessibilità e fruibilità dei servizi, alla riqualificazione degli spazi urbani e alla socialità di soggetti in particolari condizioni, alla metodologia del bilancio di genere.
Tra i punti qualificanti del provvedimento vanno ricordati anche i criteri che i Comuni devono seguire per l'adozione dei piani, le priorità in base ai quali vengono erogati i finanziamenti e le attività specifiche di promozione, di ricerca e di formazione professionale sui temi delle politiche temporali.

06/12/2005 17.00




IL CONSIGLIO REGIONALE

Il Consiglio regionale è stato convocato a Palazzo dell'Emiciclo, per oggi martedì 6 dicembre alle ore 10,00 dal Presidente Marino Roselli. All'ordine del giorno dei lavori, oltre alle interrogazioni e interpellanze, il progetto di legge che modifica la norma per il riordino degli Enti di edilizia residenziale pubblica.
Successivamente, l'Assemblea si occuperà della situazione trimestrale di cassa dell'anno 2005 (2° trimestre 2005) del programma di attività in materia di cooperazione internazionale e della variante al piano regolatore generale del Comune di Alanno. A firma dei consiglieri Boschetti (DL) e Tagliente (FI) verrà discussa anche la mozione sulla situazione occupazionale nella “Golden Lady” della Val Salinello.
Intanto ieri il segretario della Cisl Gianni Tiburzi ha espresso parole dure sulle carenze e i limiti del bilancio 2006 della Regione all'esame delle competenti Commissioni del Consiglio regionale.
«Sono riflessioni in sintonia con quanto vado sostenendo da tempo ma anche il segnale di una forte preoccupazione che proviene da una larga fascia della società abruzzese a cui ormai non sfugge la doppiezza comportamentale della Giunta regionale e lo spreco di risorse pubbliche per assunzioni clientelari».
E' quanto sostiene il Consigliere regionale Mario Amicone (Udc).
«Quanto poi alle considerazioni dell'Assessore D'Amico che continua a parlare di debiti pregressi senza distinguere poi tra spese clientelari e spese di investimento - prosegue il Consigliere Amicone - la colpa non è sua e temo che difficilmente si possa migliorare questa impostazione nonostante la vittoria elettorale se non si studiano in questo settore le norme di contabilità pubblica perché i voti, sempre rispettabili pochi o tanti che siano, non aiutano ad evitare brutte figure».
Per quanto riguarda poi i fondi Docup per la realizzazione di importanti infrastrutture, Amicone aggiunge: « poiché conosco bene la situazione mi limito per il momento a non entrare nel merito di queste vicende pronto, comunque, ad applaudire l'inizio dei lavori che la Giunta regionale vorrà attivare. E francamente - mi creda l'Assessore D'Amico - vorrei farlo molto presto».
06/12/2005 10.46