Vicesindaco Catena si dimette e sceglie il Partito Democratico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1336

CHIETI. Il vice sindaco di Chieti Andrea Catena (Ds) ha presentato oggi le sue dimissioni. La decisione è arrivata per questioni di partito, come ha spiegato il diretto interessato: «ho accolto la proposta che la segreteria Ds mi ha avanzato per impegnarmi direttamente nella costruzione del Partito Democratico».
Così adesso Catena ha assunto l'incarico di coordinatore della segreteria regionale e ha salutato il compagno di squadra Ricci con una letta in cui ha spiegato che «data l'intensità del lavoro che ci attende per la fase costituente del nuovo partito, diventa inconciliabile con un impegno a tempo pieno nell'attività amministrativa del Comune di Chieti, che pure richiede un impegno intenso e straordinario di rilancio».
Proprio questa mattina il sindaco Ricci ha dichiarato conclusa la prima verifica della maggioranza e adesso sta preparando le valige per un viaggio in Tanzania. Durante la sua assenza le sue veci saranno assunte da Mirta Sciocchetti (Ds), attuale assessore all'ambiente.
Catena questa mattina ha inoltre sottolineato come la sua decisione non abbia assolutamente a che fare con la verifica e «non sono in polemica né con l'amministrazione chietina nè con il sindaco al quale ho riconfermato stima, amicizia e impegno politico».
Non mostra risentimenti nemmeno il primo cittadino che ha augurato al suo ex vice buon lavoro per un impegno importante: «la sua è una scelta molto matura, che dimostra che esiste un grande senso di responsabilità».
Apprezzamento per la scelta di Catena arriva anche dal segretario regionale dei Democratici di sinistra Stafania Misticoni che ha commentato: «quella di Catena è una decisione coraggiosa che risponde anche alla domanda di una maggiore società della politica, rinunciando ai doppi incarichi».

12/06/2007 16.33