BALLOTTAGGIO. CORDOMA VINCE COL 64%, FRATINO E' SINDACO COL 54%

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5464

MONTESILVANO-ORTONA. La Casa della Libertà ha conquistato i comuni di Montesilvano e Ortona. Subito palese la vittoria di Cordoma che ha addirittura doppiato lo sfidante del centrosinistra Rocco Finocchio. Breve testa a testa, invece, tra Fratino e Coletti. Ma dopo un'ora dall'apertura dei seggi anche qui il centrodestra è partito in volata. TUTTI I RISULTATI DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN ABRUZZO
ABRUZZO. Tra il mare e la politica gli abruzzesi sanno bene cosa scegliere. La tornata elettorale di ieri è andata avanti tranquilla e serafica e i 30 gradi e il sole battente non hanno invogliato troppo gli elettori. L'affluenza a mezzogiorno di ieri è stata appena del 10,1% a Montesilvano e del 12,3% ad Ortona rispetto ad una media nazionale del 12,7%. Alle19 si è arrivati a poco più del 26% nel comune pescarese, dove due settimane fa, alla stessa ora, aveva votato il 36,5%. L'ultimo dato delle 22 parla invece di una percentuale del 39,85% degli aventi diritto: un dato decisamente inferiore alla media nazionale (44,9%). Pomeriggio più movimentato ad Ortona che alle 19 ha registrato una affluenza del 33,2%, di poco inferiore rispetto al 35,1% del 27 maggio.
Alle 22 di ieri sera, alla chiusura dei seggi nel primo giorno di votazione per il turno di ballottaggio al Comune di Montesilvano, si era recato alle urne il 52,07% del corpo elettorale. Quando si voto' per le elezioni politiche, il 9 e il 10 aprile dello scorso anno, alla stessa ora l'affluenza alle urne fu molto piu' alta attestandosi al 61,60%. Urne aperte anche oggi sino alle 15. Gli elettori ri-chiamati ad esprimere la loro preferenza sono 37.800, mentre ad Ortona sono 22.029.
A sfidarsi a Montesilvano sono il candidato di centrodestra, Pasquale Cordoma, e quello di centrosinistra, Rocco Finocchio. Al primo turno Cordoma aveva raccolto quasi 11.700 voti pari al 42,6% con Alleanza nazionale primo partito al 13,4%, mentre Finocchio si era fermato al 28,3% con più di 7.750 voti. Primo partito del suo schieramento sono risultati i Democratici di sinistra con il 12,4%.
A Ortona la sfida è tra Nicola Fratino (centrodestra al 46,4%) ed il presidente della Provincia di Chieti, Tommaso Coletti (al 41,3%).
Seggi aperti fino alle 15 poi l'incoronazione dei due nuovi sindaci

11/06/2007 9.53

CHIUSI I SEGGI

Chiusi alle 15 i seggi. Elezioni amministrative terminate.
Pomeriggio decisivo per l'elezione dei sindaci di Montesilvano e Ortona.
Nel comune pescarese sono al ballottaggio i candidati Lillo Cordoma (Cdl) e Rocco Finocchio (Unione)
Entrambi i risultati non sono scontati anche a causa di una affluenza bassa rispetto al primo turno. Ma c'è chi intravede una doppia vittoria per il centro destra. Sia Montesilvano che Ortona sono arrivate alle elezioni con due situazioni anomale e senza sindaco in carica. Il primo Comune a causa delle ormai note vicende giudiziarie che hanno colpito l'ex amministratore Cantagallo, e il secondo perchè proprio l'ex sindaco Nicola Fratino era stato destituito dalla sua maggioranza.


I RISULTATI DEFINITIVI DI MONTESILVANO


I RISULTATI DEFINITIVI AD ORTONA




ORE 15.20. DATI AFFLUENZA MONTESILVANO. Alla chiusura dei seggi il dato di affluenza totale si è attestato al 58,84%. Sono stati 22.240 gli elettori che sono andati ad esprimere la loro preferenza (48,8% elettori maschio 51,2% donne).

ORE 15.32. CORDOMA IN VANTAGGIO. Dopo le prime 500 schede scrutinate il candidato Cordoma ha registrato il 58,5% delle preferenze. Rocco Finocchio è fermo al 41,5%.

ORE 15.46. CRESCE ANCORA CORDOMA. Cresce ancora il consenso del candidato Cordoma che è arrivato al 65,7% delle preferenze. Finocchio si attesta al 35%.

ORE 16.10 LILLO CORDOMA ORMAI SINDACO, ORTONA ANCORA APERTO. Mancano ancora molte schede da scrutinare ma il verdetto di Montesilvano sembra ormai scritto. La Casa delle Libertà - che nella scorsa amministrazione poteva vantare appena 4 consiglieri - si appresta a governare la città con oltre il 65% delle preferenze. Ancora aperto il duello di Ortona dove lo scarto di voti tra i due candidati e di 300 unità.

ORE 16.15. MONTESILVANO, PASTORE (FI): «HA VINTO LA VOGLIA DI CAMBIAMENTO». Il probabile neo sindaco Lillo Cordoma sta già festeggiando nel suo comitato elettorale a Montesilvano insieme alla squadra nonostante manchi l'ufficialità dei dati. «Sono felice», ha commentato, «è il frutto di una bella campagna elettorale». Soprattutto per scaramanzia il candidato del centrodestra vuole aspettare la conferma definitiva prima di parlare ancora. Con il neo sindaco si trovano adesso anche i vertici del partito. Primo a congratularsi con Cordoma è stato il senatore Andrea Pastore che il risultato «è il segnale di una voglia di rinnovamento anche nel governo centrale di Roma che non soddisfa».

ORE 16.45. CORDOMA DOPPIA FINOCCHIO. COLETTI PREPARA LA VOLATA. Ad Ortona sono state scrutinate 13 sezioni su 27. Nicola Fratino ha ottenuto al momento 3.615 voti (52%). Tommaso Coletti 3,332 (47.9%). A Montesilvano invece Cordoma arriva al 71% con 2.603 voti arrivando addirittura a doppiare lo sfidante Finocchio che si è fermato a 1.035 voti. In piazza Diaz, intanto, è festa.

ORE 16.54. DI STEFANO (AN) CANTA VITTORIA. «Una vittoria che premia il lavoro svolto e conferma, per An, il ruolo di forza determinante all'interno della Casa delle Libertà» è il commento del consigliere regionale di An Fabrizio Di Stefano alla notizia dell'esito del ballottaggio ad Ortona.
«Quella di Ortona – prosegue Di Stefano – è una vittoria che assume contorni più ampi di un risultato strettamente locale: è, infatti, una bocciatura clamorosa dell'amministrazione di Tommaso Coletti a livello provinciale che, a questo punto, farebbe bene a prendere atto della sfiducia degli elettori e dimettersi».
«Dopo Atessa e San Vito – conclude Di Stefano – l'affermazione di Ortona è il segno tangibile che il centro-destra recupera terreno e si prepara nella maniera migliore a riconquistare il governo della provincia di Chieti e della Regione Abruzzo».

ORE 17.00: ORMAI CERTA ANCHE LA VITTORIA DI FRATINO. Una grande vittoria», ha commentato Nicola Fratino, ormai anche lui ricandidato sindaco nonostante i dati non siano ancora ufficiali. «Non potevamo non vincere», ha continuato Fratino, «e sicuramente il doppio incarico di Coletti già presidente della Provincia non ha convinto troppo». Il dato quasi definitivo vuole Fratino sindaco con oltre il 54% delle preferenze.

ORE 17.20. RISULTATI FINALI MONTESILVANO. Anche i numeri ufficiali danno la conferma. A Montesilvano l'amministrazione va al sindaco di An Lillo Cordoma che ha vinto con 13.997 voti e il 64,4% delle preferenze. Finocchio si è fermato a 7.739 voti e il 35,6%.

ORE 17.40. CORDOMA: «TROPPO BELLO, NON MI SEMBRA VERO»
Primo discorso pubblico per il neo sindaco di Montesilvano Lillo Cordoma. In una piazza Diaz affollata di sostenitori e collaboratori il nuovo primo cittadino ha chiesto ai cittadini di non abbandonarlo.
«La nostra è una vittoria importantissima», ha dichiarato, «difficile e stupenda e sembra quasi che non sia vero. Ma questo è solo l'inizio di una salita». Per il sindaco è stata vinta solo una battaglia, ma la vera lotta «comincia domani mattina quando inizieremo a cambiare questa città. E' una promessa che ho fatto e che manterremo. Non ci potrà essere un giorno senza che qualcosa non sia cambiato, soprattutto nella sostanza. Ce la metteremo tutta». E Cordoma ha chiesto ai cittadini «pazienza. Dateci il tempo di realizzare le cose e poi stateci vicino perchè io non sarò un sindaco chiuso in quella stanza ma avrò bisogno di tutti voi. Aiutatemi, evviva Montesilvano».

ORE 18.10. FRATINO ESULTA. «E' stata una grande vittoria, una vittoria di tutti».
Sono le prime parole del rieletto Nicola Fratino (Cdl).
«Negli ultimi giorni c'é stata una campagna molto dura da parte dei nostri avversari, che non riuscivamo a quantificare ma quest'entusiasmo non poteva non vincere», ha detto Fratino riferendosi ai sostenitori che scandivano il suo nome, «dedico questa vittoria alla città di Ortona, a tutti gli ortonesi - ha detto ancora - sono soddisfatto, orgoglioso, un po' commosso, è una grande vittoria. Credo che abbiamo lavorato e amministrato bene in questi anni. La città ha voluto ricompensarci, forse non ha accettato la scelta così anomala di un presidente della Provincia candidato sindaco»

ORE 18.19. «I MOVIMENTI DELLA DESTRA DECISIVI». «Il cartello dei Movimenti della Destra abruzzese “Alternativa Per L'Abruzzo”, ad Ortona fin dal primo turno ed a Montesilvano nel secondo turno, ha contribuito alla sconfitta delle Sinistre ed alla affermazione dei candidati del Centro-Destra».
E' il commento del coordinatore regionale Mis con Rauti, Massimo Desiati, «Evidente il successo della strategia unitaria laddove ciò si appalesa possibile ed in linea con gli obiettivi della Destra. Il laboratorio politico, così felicemente posto in essere nella nostra regione, alimenta le nostre prospettive di crescita e di partecipazione».

ORE 18.47. «L'UNIONE VINCE SOLO QUANDO E' UNITA». «Il primo dato politico che emerge dai risultati del ballottaggio in Abruzzo è che l'Unione può vincere non solo quando è unita ma quando rappresenta un convincente progetto politico di cambiamento, che va ben al di là di un semplice accordo elettorale dell'ultimo minuto».
E' il parere del coordinatore regionale dell'Italia dei Valori Alfonso Mascitelli a commento dei risultati emersi dalle urne.
«Se da un lato Montesilvano insegna che è stato un grave errore del centro-sinistra sottovalutare la volontà degli elettori di cambiare radicalmente pagina, dall'altro la somma dei consensi conseguiti da chi darà luogo al futuro partito Democratico dimostra di non essere sufficiente a svolgere un ruolo catalizzatore dell'intera area riformista così come la confederazione delle sinistre non riesce a fare la differenza. Per il futuro occorre un grande senso di responsabilità critica e speriamo sia evidente a tutti la necessità di un cambio di passo, rilanciando le ragioni di una coesione forte per il buon governo delle nostre realtà territoriali, che i cittadini si attendono, mettendo da parte l'autosufficienza di chi pensa di poter fare a meno del pluralismo di proposte e contributi».

ORE 18.55 «RIFLETTERE SULLE RAGIONI DELLA DISFATTA». «Prendiamo atto del risultato elettorale non positivo per la nostra coalizione a Montesilvano, nonostante l'impegno generoso di Rocco Finocchio, che ringrazio. Voglio sottolineare anche che ad Ortona il centrosinistra con Coletti è aumentato nei consensi rispetto a 5 anni fa, e questo non mi sembra marginale».
Ha detto il vicesindaco di Pescara, Gianni Teodoro.
«Ritengo, comunque, che ci si dovrà soffermare sulle ragioni di queste scelte degli elettori, che hanno voluto affidarsi al centrodestra in due importanti comuni della nostra regione.
E' evidente che il centrosinistra in Abruzzo è chiamato a dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini, che forse bisogna imparare ad ascoltare di più. Frenerei, comunque, l'entusiasmo di chi indossa le magliette con la scritta “Oggi Montesilvano, domani Pescara”».


19.50. DS:«PUNITI PESANTEMENTE PER VICENDE GIUDIZIARIE». «Gli elettori di Montesilvano hanno punito pesantemente il centrosinistra, in un voto che non poteva che essere influenzato dalle vicende giudiziarie. Avremmo dovuto lavorare tutti, nessuno escluso, per una maggiore unità della coalizione», ha dichiarato Antonio Castricone, segretario provinciale dei Ds, «anche se alla luce dei risultati di oggi questo non sarebbe stato sufficiente, vista la radicale voglia di cambiamento che gli elettori hanno manifestato a causa delle gravi responsabilità di alcuni protagonisti della precedente amministrazione. Accettiamo il giudizio degli elettori e anche di chi non è andato alle urne, perché l'astensionismo ha sanzionato il nostro schieramento. Ora ripartiamo da qui, dalla generosità e dalla passione di Rocco Finocchio che sarà un riferimento per il Partito democratico di Montesilvano. E ripartiamo da un punto fermo: il centrosinistra di Montesilvano ha bisogno di rinnovare la sua classe dirigente».

ORE 20.01. BUONTEMPO (AN)«ORTONA E MONTESILVANO PRESIDI DI LEGALITA'». «A Ortona la vittoria di Fratino ha punito l'arroganza e lo strapotere del presidente della Provincia Coletti, contrapponendo alle chiacchiere del centrosinistra la concretezza delle cose fatte». E' il commento a caldo del coordinatore regionale di Alleanza nazionale, Teodoro Buontempo, dopo i risultati definitivi delle comunali.
«A Montesilvano – prosegue Buontempo –è stato premiato il coraggio del centrodestra,e in particolare di An, di fare una scelta autenticamente popolare e di discontinuità con il vecchio potere.
Non abbiamo ascoltato sirene mendaci che ci consigliavano candidature di sistema e il risultato ci ha dato ragione».
«La grande importanza politica e morale del voto di Montesilvano - sottolinea il deputato di An - avrà i suoi riflessi positivi anche sulla campagna elettorale per le comunali dell'anno venturo a Pescara e alle provinciali, previste fra due anni».

11/06/2007