Microcriminalità, Testa (Fi) chiede le pattuglie miste

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1158

PESCARA. «I problemi legati alla microcriminalità non possono non destare preoccupazione, a Pescara». Guerino Testa, consigliere di Forza Italia, torna sulla questione sicurezza e chiede l'istituzione delle pattuglie miste. «Ogni giorno», spiega Testa, «si registrano piccoli episodi delinquenziali, e in alcune zone della città il rischio di incappare in qualche malvivente è sempre dietro l'angolo».
Il consigliere si riferisce soprattutto a piazza Alessandrini, piazza Primo maggio e all'area di risulta della stazione ferroviaria, «tutte zone centrali, spesso presidiate da parcheggiatori abusivi, magari tossicodipendenti ed extracomunitari, che chiedono soldi agli automobilisti assicurando loro di "controllare" le macchine in sosta».
Il rifiuto degli automobilisti, poi, viene talvolta contraccambiato con danni alle macchine. «Questi fatti si registrano negli orari in cui i dipendenti della cooperativa che si occupa dei parcheggi terminano il turno di lavoro (e cioè dalle 13 alle 15, dopo le ore 20, e nei giorni festivi). Tutti ricorderanno che in piazza Primo maggio si è verificata, nei mesi scorsi, una lite con conseguente accoltellamento tra gli abusivi».
Alla luce di quanto sta accadendo il consigliere forzista chiede all'amministrazione comunale di prendere opportuni provvedimenti «prima che il problema esploda nella sua gravità e diventi irrisolvibile».
A chiederlo non è solo Forza Italia, attraverso Testa, ma molti residenti, che sono stanchi e intimoriti, «in modo particolare le donne, che hanno timore a parcheggiare».
Una soluzione il consigliere la intravede nel protocollo "Patto per la sicurezza" sottoscritto il 20 marzo dal ministro Amato e dal presidente dell'Anci, in merito all'istituzione di pattuglie miste, composte da Polizia di Stato e Polizia Municipale. «Il Comune non dovrebbe far altro che chiedere alla prefettura di attivare questo tipo di servizio, per tentare di arginare i fenomeni legati alla microcriminalità, sempre più frequenti nella nostra città».
A giorni Testa chiederà al Consiglio comunale di pronunciarsi chiaramente e presenterà una mozione «affinché Pescara possa dotarsi di pattuglie miste, per garantire la sicurezza dei cittadini».

06/06/2007 8.52