AMMINISTRATIVE 2007: TUTTI I RISULTATI COMUNE PER COMUNE

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

13367

L'AQUILA. Massimo Cialente (Ds) stravince e diventa nuovo sindaco del capoluogo. MONTESILVANO. Sarà ballottaggio Cordoma- Finocchio. SPOLTORE. Si impone Franco Ranghelli (centrosinistra). ORTONA. Ballottaggio tra l’ex Fratino e il presidente della Provincia Coletti. SAN SALVO. Eletto Gabriele Marchese (Ds). AVEZZANO. Floris riconquista palazzo di città (Cdl). SAN VITO CHIETINO. Vittoria per Rocco Catenaro. MARTINSICURO. Abramo Di Salvatore primo cittadino.

L'AQUILA
. Massimo Cialente, deputato Ds è il nuovo sindaco dell'Aquila. E' il miglior risultato per il centrosinistra in regione che strappa così, dopo un dominio ininterrotto di molti anni, il capoluogo al centrodestra.
Cialente si è imposto con il 53,16% e 24.525 preferenze su i sui avversari.
Maurizio Leopardi, sostenuto da 6 liste del centrodestra ha raggiunto solo il 31,3%, Angelo De Nicola il 10,9%, Luca Bergamotto il 2,52%, Stefano Vittorini 2,11%.
Il maggior partito nel capoluogo diventano i Ds con 13,85% seguito a ruota da Forza Italia 11,13%, la Margherita raggiunge il 10,3%. Alle 7.30 di stamane all'appello mancavano ancora i voti della sezione 26.


MONTESILVANO. I risultati definitivi sono giunti soltanto dopo le 5 di questa mattina. Le operazioni di spoglio sono andate a rilento per la difficoltà di gestire le 10 schede dei candidati sindaci. E nella quinta città d'Abruzzo che aspettava l'elezione di un nuovo sindaco dopo le note vicende giudiziarie bisognerà ancora aspettare e sarà ballottaggio, tra due settimane, tra Lillo Cordoma (Cdl) e Rocco Finocchio (Unione). La vittoria la faranno i lavori di alleanze che potrebbero stringersi in questa seconda fase.
Lillo Cordoma al primo turno ha conquistato il 42,6% delle preferenze (11.680 voti). Alleanza Nazionale si è confermato il partito con il più alto gradimento (13.3%), seguono Forza Italia (11,55), Udc (9,3%).
Rocco Finocchio si è fermato al 28,3% (7.767) con il dominio del partito dei Ds (12.4%). La Margherita, partito di riferimento dell'ex sindaco di Montesilvano ha preso poco più di 2.500 voti (10%) segno che forse i cittadini hanno voluto prendere distacco da un gruppo che comunque ha tentato di rinnovarsi.
Buon risultato per l'ex city manager Leo Brocchi, affatto penalizzato dalla presenza di due delle liste più contestate: l'Arcobaleno, che aveva creato malumori per la presenza del figlio dell'ex assessore Paolo Di Blasio, indagato per tangenti, è stato quello che ha dominato nella coalizione con 1.908 voti (7,3%). A seguire Udeur (3,1%), Lista civica La Cometa (2,7%), Italiani nel mondo (1,3%).
Tra gli altri sette candidati Cristian Odoardi (Rifondazione- Italia dei Valori) si è fermato al 7,18%, Kennedy Pettine (Italia di Mezzo) al 2,9%, Paola Sardella (Rinnovamento per Montesilvano (1,7%), Valeriano Oronzo (alternativa con Mussolini) 1,6%, Vincenzo Rosato (La Formica) 1,03%, Giorgio D'Amico (socialisti) 0,5%.


SPOLTORE. Il nuovo sindaco è Franco Ranghelli sostenuto dal centrosinistra che è stato eletto al primo turno con 54,2% di preferenze e 5.932. La sua coalizione ottiene 13 seggi in consiglio comunale: 5 ai Ds, 5 alla Margherita, Sdi, Udeur e Rc uno ciascuno. La minoranza capeggiata da Enio Rosini potrà contare soltanto su 5 consiglieri (Fi e An 2 ciascuno, Udc 1).
Nessun seggio per le altre liste capeggiate da Enzo Di Giosaffatte e Antonio Biase. Le operazioni di voto si sono concluse all'alba di questa mattina dopo le 4.30.


ORTONA. Delusione nel centrodestra che nel primo pomeriggio aveva sperato di chiudere la partita al primo turno, invece bisognerà giocarsela tra due settimane.
Nicola Fratino ex sindaco, caduto pochi mesi prima di concludere il suo mandato per mancanza di maggioranza, ha ottenuto il 46,3%, abbassando le sue preferenze rispetto alle ultime elezioni di quasi il 20%.
Tommaso Coletti che ha inseguito si è fermato soltanto 5 punti sotto con 41,3%.
Nulla da fare invece per gli autori della spaccatura nel fronte del centrodestra.
La domanda a cui bisognerà trovare una risposta allora sarà: appoggeranno Fratino Franco Vanni e Giuseppe Granata, loro che lo hanno contestato fino a farlo dimettere oppure per “coerenza” si dirigeranno verso il centrosinistra?
La risposta potrebbe fare la differenza e decretare il nuovo sindaco della città da oltre 10 anni in mano al centrodestra.
Sul fronte dei partiti hanno deluso An e Forza Italia mentre il partito più votato nel centrodestra è risultato quello dell'ex vicesindaco Remo Di Martino.
La Margherita del presidente della Provincia invece è stato in assoluto il partito più votato in città (19,4%).



SAN SALVO.
Riconfermato al primo turno il sindaco uscente Gabriele Marchese (Centrosinistra) con 55,8% ed ottiene 12 seggi in consiglio contro i 7 dello sfidante Nicola Argirò che si è fermato al 39,7%. Il partito più votato rimane quello dei Ds (21,3%), seguito da Forza Italia (16%).
Lo spoglio si è concluso dopo l'una.






AVEZZANO. Riconferma del mandato per Antonio Floris, sindaco uscente della Casa delle Libertà che ha conquistato il 62,2% delle preferenze (17.064 voti). Lo spoglio si è concluso dopo le quattro di questa mattina, ma già nel primo pomeriggio la vittoria di Floris era evidente.
Lo sfidante dell'Unione Luigi Milano si è fermato al 35,5% (9.734 voti). Vito Taccone della lista civica Insieme per Avezzano ha superato di poco il 2% con 598 voti.
La maggioranza si è aggiudicata così 20 seggi, l'Unione 9 e la lista civica 1. Il partito più votato ad Avezzano è stato Forza Italia che ha raggiunto il 22,3% (5.933 voti) e si aggiudica 7 seggi. Seguono Udc (11,8% e 4 seggi), An, (11,3% e 4 seggi). La Margherita si è fermata al 9,5% (3 seggi), lo Sdi ha raccolto l'8,5% (3 seggi).


SAN VITO CHIETINO . Il nuovo sindaco Rocco Catenaro ha già potuto fare la sua prima cena di festeggiamenti. Lo scrutinio si è concluso, infatti, poco prima delle 21. Con il 43,3% Catenaro e la sua lista Nuova Alleanza per San Vito ha conquistato il titolo e 11 seggi in consiglio. Maria Teresa Giannantonio con la lista civica Il Gabbiano si ferma al 34,1% (4 seggi).
1 scranno conquistato anche per Ennio Merlino (15,4%). A bocca asciutta è rimasto invece Roberto Nardone e la lista Gli occhi del popolo (7,1%).


MARTINSICURO. Poco più di 1.000 voti di vantaggio hanno incoronato Abramo Di Salvatore sindaco. 3.249 voti e 13 seggi per lui e la sua lista civica. 2.540 preferenze (30,06%) per Paolo Camaioni che si è aggiudicato 4 seggi. 2 scranni anch per la lista civica Il tuo domani (16,6%), 1 per il centro sinistra (unione democratica, rifondazione, Verdi, Ds, Margherita che si è fermata a 977 voti (11,5%).



TOLLO. Angelo Gialloreto, capolista di “Nuova alleanza per Tollo” è stato riconfermato sindaco di Tollo: con 1650 voti, pari al 51,06 %, ha battuto Silvio Paolucci con la lista “L'Unione per Tollo”, ferma a 1581 voti, pari al 48,94 %.
«Sono felice per l'esito delle urne – ha commentato a caldo il sindaco Gialloreto – che non temevo affatto, in considerazione del bilancio positivo del mio quinquennio amministrativo: i cittadini di Tollo hanno capito e hanno voluto premiare la capacità di essere concreti in tutte le piccole e grandi cose, come abbiamo dimostrato finora. Adesso ci aspettano altri cinque anni nei quali consolidare l'azione fin qui intrapresa e fare in modo che Tollo prosegua nella strada dello sviluppo e della crescita».
NUOVA ALLEANZA PER TOLLO, maggioranza:
Achille Palladini, 242, Carmine Rabottini, 224, Giuseppe Cavuto, 154, Vincenzo Di Biase, 118, Domenico Di Paolo, 114, Antonio Criber, 112, Franco D'Eusanio, 83, Aurelio Di Ghionno, 78, Tino Trivarelli, 54, Maria D'Alicandro, 53, Enrico Paolucci, 45, Antonio Di Pillo, 41.
L'UNIONE PER TOLLO, minoranza:
Silvio Paolucci 1581, Tonino Verna, 198, Angelo Radica, 129, Rosalinda Di Nino, 115, Stefania Edmondo, 105.

ALANNO: DI CARLO (DS), «SPLENDIDA VITTORIA DI ENISIO TOCCO»

«Una vittoria splendida e solida, che premia la buona amministrazione, e in cui i Democratici di Sinistra hanno avuto un ruolo decisivo». Ha detto Valeria Di Carlo, segretaria della sezione dei Ds di Alanno, dopo la vittoria netta del candidato sindaco dell'Unione, Enisio Tocco, forte di oltre il 67 per cento dei voti.
«L'apporto delle donne e degli uomini del nostro partito alla grande vittoria di Enisio Tocco, autorevole rappresentante dei Ds, è stato fondamentale» sottolinea Di Carlo, «e lo dimostra il notevole risultato dei nostri tre candidati consiglieri, tutti risultati eletti. I due candidati consiglieri più votati nella lista Continuità e Rinnovamento, Oscar Pezzi e Angelo Di Michele, sono infatti espressione dei Ds, e confermiamo in Consiglio anche una donna, Lidia Odoardi. Questo è il risultato di un lavoro svolto dagli amministratori e dai militanti dei Ds per la crescita e l'innovazione di Alanno: un lavoro ampiamente riconosciuto e premiato dall'elettorato».




RISULTATI COMPLETI (FONTE MINISTERO DELL'INTERNO)


 L'AQUILA

MONTESILVANO
 

SPOLTORE
 

AVEZZANO
 

ORTONA
 

SAN SALVO
 

SAN VITO CHIETINO
 

MARTINSICURO
 

PROVINCIA DI PESCARA


ALANNO
 

BRITTOLI
 

COLLECORVINO
 

MONTESILVANO
 

SAN VALENTINO IN ABRUZZO CITERIORE
 

SCAFA
 

SPOLTORE
 

TOCCO DA CASAURIA
 

VILLA CELIERA


PROVINCIA DI TERAMO



BISENTI
 

CROGNALETO
 

MARTINSICURO
 

PENNA SANT'ANDREA
 

PIETRACAMELA
 

VALLE CASTELLANA


PROVINCIA DELL'AQUILA


AVEZZANO
 

BALSORANO
 

BARREA


CALASCIO
 

CAMPO DI GIOVE
 

CAPORCIANO
 

CIVITELLA ALFEDENA
 

GIOIA DEI MARSI
 

L'AQUILA
 

LECCE NEI MARSI
 

LUCO DEI MARSI
 

MONTEREALE
 

PRATA D'ANSIDONIA
 

PRATOLA PELIGNA
 

ROCCA DI MEZZO
 

SANT'EUSANIO FORCONESE
 

SCOPPITO
 

TRASACCO
 

VILLAVALLELONGA


PROVINCIA DI CHIETI



ARIELLI
 

ATESSA
 

CASALBORDINO


CASTELGUIDONE
 

CELENZA SUL TRIGNO
 

FURCI
 

GAMBERALE
 

GIULIANO TEATINO
 

LETTOPALENA
 

MONTELAPIANO
 

ORTONA
 

RIPA TEATINA
 

ROCCAMONTEPIANO
 

ROCCASCALEGNA
 

ROIO DEL SANGRO
 

ROSELLO
 

SAN SALVO
 

SAN VITO CHIETINO
 

TOLLO
 

TORRICELLA PELIGNA