Pisanu all’Aquila per lanciare Leopardi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1270

L'AQUILA. A tre giorni dal verdetto elettorale che porterà alle urne oltre 61mila aquilani, proseguono le visite dei big della politica nazionale. A sostegno del candidato sindaco della Casa delle Libertà Maurizio Leopardi è arrivato ieri sera all'Aquila il senatore di Forza Italia Giuseppe Pisanu.
Insieme a lui c'erano, oltre al candidato sindaco, l'onorevole Paola Pelino e il commissario provinciale di Forza Italia Luca Ricciuti.
Il centro destra all'Aquila si riconfermerà, ha detto Pisanu, «non può essere altrimenti con un candidato sindaco come Leopardi».
Queste elezioni, ha aggiunto Pisanu, saranno il banco di prova per il Governo Prodi, «una sorta di test e già sono suonati i primi campanelli di allarme con la netta vincita del centro destra in Sicilia. Questo governo ha già dato segnali di cedimento ed è passato solo un anno».
Nel suo intervento Leopardi ha ripercorso le ultime settimane di campagna elettorale, sottolineando che le richieste dei cittadini aquilani sono quelle di una maggiore sicurezza economica e di restare ancorati a quelli che sono i valori tradizionali, come la famiglia, che in questi ultimi tempi si cerca di snaturare.
«Girando per le frazioni e tra i cittadini – ha detto Leopardi – mi sono accorto che il tema che viene fuori più spesso è quello della famiglia. Io sono per libertà, perché la natura non si può cambiare, ma la famiglia non si tocca. Dobbiamo quindi fare il possibile per aiutarla, per sostenere quelle famiglie che non arrivano a fine mese, anche attraverso una riduzione delle tasse, come Ici e Tarsu. Maggiore attenzione, inoltre, ai diversamente abili, affinché siano messi in condizione di poter percorrere agilmente le strade cittadine».
Ricciuti ha annunciato che gli ultimi sondaggi darebbero in vantaggio il candidato del centro destra Leopardi su Cialente, «riusciremo – ha detto - a sconfiggerlo definitivamente al ballottaggio. Questi signori non si prenderanno la città, abbiamo visto tutti cosa è successo a Sulmona, il governo si è squagliato come neve al sole. Così come avviene a livello locale, anche a livello nazionale il centro sinistra non sta producendo nulla di concreto. Come potrebbero? Sono in disaccordo su tutto».

Mara Iovannone 25/05/2007 9.29