Un Centro Oli tra i vigneti pregiati ed il centro turistico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1082

ORTONA. Sarà discussa nel corso della prossima seduta del question time un’interrogazione presentata dal consigliere regionale di An Fabrizio Di Stefano – rivolta all’assessore all’ambiente – per conoscere l’iter della pratica di autorizzazione richiesta dall’Eni SpA per la realizzazione, nel comune di Ortona, di un centro oli per lo stoccaggio del greggio con serbatoi della capienza di diecimila metri cubi ognuno.
La questione tutt'altro che recente affonda le sue radici a circa cinque anni fa quando sotto le colline tra Ortona, Miglianico e Tollo l'Eni scoprì uno dei giacimenti petroliferi più grossi d'Italia. Un tesoro inaspettato per una terra che stentava con il turismo e iniziava ad avere grossi problemi con i vigneti (era il tempo della grossa crisi dell'uva da tavola).
Il tesoro significa anche enorme royalties da incamerare nelle casse comunali e dunque extra importanti per la comunità.
Il problema è che a voler acciuffare tutto si rischia di inserire nello stesso comprensorio attività disomogenee e in contrasto tra loro.
«Il territorio interessato dall'intervento – ha spiegato Di Stefano – ha una forte vocazione agricola, caratterizzata da coltivazioni di alta qualità, in particolare nel comparto vitivinicolo, tanto che anche la Regione Abruzzo ha attivato le procedure per assegnare a tali produzioni il marchio della Doc».
«Inoltre – ha proseguito Di Stefano – l'opera dovrebbe sorgere a poche centinaia di metri in linea d'aria dalla zona a maggiore concentrazione di insediamenti turistici della costa ortonese (Lido Riccio e Torre Mucchia): la concomitanza di queste due circostanza fa ritenere che quanto proposto dall'Eni mal si concili con l'economia locale».
L'esponente di An conclude sottolineando che: «oltre ciò non si avranno ricadute sensibili in termini occupazionali, né si hanno certezze circa gli accordi presi dalla Regione Abruzzo sulle royalties e sui conseguenti benefici economici a vantaggio del territorio».
22/05/2007 8.14