Ancora un blitz nelle fotocopisterie. Sequestrati 105 libri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2235

Ancora un blitz nelle fotocopisterie. Sequestrati 105 libri
PESCARA. Duro colpo della Guardia di Finanza di Pescara al mercato nero delle fotocopie dei libri universitari.

 

Dopo l'operazione dei giorni scorsi a Chieti, adesso, a finire nel mirino delle Fiamme Gialle le copisterie della zona universitaria di Pecsara alcune delle quali duplicavano, fotocopiando integralmente ed abusivamente, i libri dei testi universitari.

Centocinque in totale i libri sequestrati ed interamente fotocopiati pronti per la vendita. Sono stati denunciati i titolari di due copisterie che detenevano il materiale illecitamente riprodotto (la finanza non rivela i nomi delle attività né quelli dei denunciati) per violazione alla legge sul diritto d’autore punita con la reclusione da sei mesi a tre anni e la multa da 2.500 a 15.000 euro circa.

Sono previste, inoltre, pesanti sanzioni amministrative fino ad un massimo di 216.000 euro circa. L’importante operazione, diretta dal colonnello Mauro Odorisio, è stata realizzata dai militari della guardia di finanza di Pescara in sinergia con gli ispettori della direzione generale Siae di Roma.

Una legge del 2000 ha introdotto un limite massimo del 15% di ciascun volume fotocopiabile per uso privato con il pagamento dei relativi diritti d’autore ma, evidentemente, pochi sembrerebbero rispettarlo visto il numero dei libri sequestrati. La Guardia di Finanza annuncia che continuerà i controlli nel settore anche nei prossimi giorni.

07/11/2011 16.18