Pitbull aggredisce ciclista, denuncia penale per la proprietaria

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3004

PESCARA. Un pitbull senza guinzaglio e senza museruola morde mentre un ciclista nel centro di Pescara e lo fa cadere a terra.*GARE DI VELOCITA NELLA NOTTE, DEFERITI DUE GIOVANI

 

E' accaduto ieri mattina ad un uomo che è finito in ospedale con dieci giorni di prognosi per le ferite riportate. Per la proprietaria dell'animale, invece, sono scattate una denuncia penale per inosservanza degli obblighi imposti dalla legge nella conduzione dei cani considerati ‘a rischio’ e una sanzione da 500 euro.

Il ciclista amatoriale stava percorrendo via Leopardi per immettersi sulla riviera quando all’improvviso ha sentito l’abbaiare di un cane alle sue spalle, e ha avvertito chiaramente il rumore delle zampe sull’asfalto.

L’uomo ha fatto appena in tempo a voltarsi e ha visto il pitbull di grossa taglia avventarsi contro di lui: l’animale ha puntato dritto al polpaccio, la parte più in vista e facilmente raggiungibile, e lo ha morso, tra l’altro procurando al ciclista una brutta caduta a terra con molte escoriazioni.

E mentre il cane ancora addentava la carne dell’uomo che tentava di liberarsi dalla stretta, è arrivata dietro l’animale la padrona alla quale il pitbull era sfuggito, con il collare in mano, che ha ripreso il cane riuscendo a liberare il ciclista.

Sul posto sono subito intervenuti Polizia municipale e un’autoambulanza che hanno prestato all’uomo i primi soccorsi per poi trasportarlo in ospedale.

I vigili urbani hanno invece identificato la proprietaria del cane, chiedendo anche l’intervento del servizio veterinario della Asl per gli accertamenti del caso.

L’animale per ora è stato riaffidato alla proprietaria «L’episodio», commenta il consigliere Armando Foschi, «conferma in tutta la sua gravità la necessità di potenziare i controlli sulla conduzione degli animali di grossa taglia e di istituire i corsi per i patentini destinati ai proprietari di tali cani».

 05/10/2010 11.02

[pagebreak]

GARE DI VELOCITA NELLA NOTTE, DEFERITI DUE GIOVANI

 PENNE. Sorpresi a gareggiare con potenti autovetture: per questo sono stati deferiti all’autorità giudiziaria due giovani di Penne per violazione del divieto di gareggiare in velocità, articolo 9 del codice della strada. Sull'auto c'era un giovane di 25anni gravato da alcuni precedenti penali ed un rumeno di 20 anni.

I due sono stati intercettati dalle pattuglie coordinate dal comandante Massimiliano Di Pietro alle ore 2,40 della scorsa notte a bordo di una Fiat Stilo e di una Opel Tigra con modifiche tecniche. I due stavano percorrendo ad elevatissima velocità la strada regionale 151 di collegamento tra Penne e Loreto Aprutino; prontamente inseguiti, i due sono stati fermati con l’ausilio di altri militari in località Remartello, nei pressi di una piazzola di sosta.

Entrambe le vetture sono state sequestrate così come le rispettive patenti di guida; nei loro confronti sono state inoltre elevate ulteriori 4 sanzioni per violazioni al codice della strada. «Si tratta del primo episodio riscontrato nell’area vestina di gare in velocità tra veicoli», ha spiegato il capitano Di Pietro. «Fondamentali sono state le segnalazioni pervenute da cittadini del luogo che, da alcuni giorni, avevano notato i veicoli percorrere ad elevata velocità nell’arco notturno le principali vie di collegamento tra i due comuni».

 05/10/2010 11.03