Tende e camper lungo il Saline, smantellato accampamento abusivo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2336

Tende e camper lungo il Saline, smantellato accampamento abusivo
MONTESILVANO. 9 extracomunitari costretti dai militari, diretti dal capitano Enzo Marinelli, a smantellare le tende.

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, i Carabinieri della Compagnia di Montesilvano hanno individuato sul lungofiume Saline un accampamento di extracomunitari. Tra gli alberi di un pioppeto un cittadino ha notato e segnalato al 112 una decina di persone, uomini e donne di nazionalità serba e romena che si erano sistemati in zona già da qualche giorno.

Per rendere più confortevole il soggiorno avevano piantato delle tende e parcheggiato un furgone adibito a camper. Dal controllo al terminale i 9 stranieri sono risultati già noti dalle forze dell’ordine: a proprio carico precedenti contro il patrimonio (furti) effettuati nell’Ascolano e in Emilia Romagna. Dopo gli accertamenti di rito, sono stati tutti invitati a smantellare l’accampamento e i Carabinieri hanno chiesto al gruppo allontanarsi dal territorio comunale, nel rispetto dell’ordinanza sindacale che vieta questo tipo di sistemazione.

Sempre i Carabinieri di Montesilvano hanno denunciato a piede libero un marocchino di 31anni, A.S.E., in Italia senza fissa dimora, per aver minacciato con un coltello l’addetto alla sicurezza di un locale che tentava di vietargli l’ingresso. Il buttafuori voleva tenerlo lontano perché il marocchino si è presentato ubriaco alla porta e lui ha reagito estraendo il coltello, la cui lama era lunga 18 centimetri. L’immediato intervento dei Carabinieri ha consentito di bloccare lo straniero, per poi procedere al sequestro dell’arma e alla segnalazione all’autorità giudiziaria del 31enne che dovrà rispondere di minaccia e porto abusivo di arma. 

Sono state denunciate anche altre due persone. Un romeno di 22 anni che era stato espulso con accompagnamento coattivo alla frontiera per motivi di pubblica sicurezza è stato fermato dai militari dell’Arma e segnalato per reingresso nel territorio nazionale. Un  marocchino di 24 anni, residente in provincia di Chieti, invece, è stato trovato in possesso di un coltello con una lama di 8 centimetri e denunciato per porto abusivo d’arma. L’amico che lo accompagnava, pure lui marocchino e di 27anni, è stato invece trovato in possesso di 8 grammi di marijuana, per cui è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti.


18/10/2011 13.34