Cantieri edili senza sicurezza, maxi multa da 70 mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1937

NOCCIANO. Controllo straordinario di cantieri edili: deferiti 2 imprenditori, riscontrate 12 violazioni per sanzioni pari a 70 mila euro.

I carabinieri di Catignano, coadiuvati dal personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Pescara e dagli Ispettori della Direzione Provinciale del Lavoro di Pescara, hanno eseguito controlli straordinari presso cantieri edili di Nocciano.

Sono state riscontrate 12 violazioni al Testo unico sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e sono stati deferiti 12 imprenditori titolari di imprese edili aggiudicatarie dei lavori per la realizzazione di abitazioni private. Sono state riscontrare l’inosservanza delle prescrizioni di adeguamento delle misure di sicurezza, la mancata messa a norma degli apparati elettrici, l’omessa assunzione di 1 lavoratore apprendista impiegato per un anno intero in assenza di tutor, omessa predisposizione di armature di sicurezza sugli scavi eseguiti e degli accessi di sicurezza per persone e veicoli, omessa predisposizione di idonei parapetti ed ancoraggi su rampe e piani posti ad altezza superiore a 2 metri, omissioni in relazione all’accumulo di materiali inerti in prossimità degli scavi. E' stata comminata contestualmente anche una maxi sanzione prevista per l’impiego di un lavoratore “in nero”, (3.150 euro). Quest’ultima violazione è aggravata per un importo 50 euro per ciascuno dei 300 giorni lavorativi in cui l’apprendista è stato impiegato in assenza di tutor, sanzione comminata sia al lavoratore sia al suo datore di lavoro. L’ammontare complessivo delle sanzioni contestate è risultato pari a 70 mila euro. Entrambi i cantieri edili sono stati sottoposti ad immediata sospensione delle attività con divieto di ripresa dei lavori prima dell’integrale ripristino delle condizioni di sicurezza.

07/10/2011 12.47