Piano traffico, Confcommercio e Confartigianato contro Fiorilli: «la città sta morendo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1582

PESCARA. Audizione in Commissione Mobilità e Grandi Infrastrutture ieri mattina per i rappresentanti di Confcommercio (Ezio Ardizzi) e Confartigianato (Fabrizio Vianale).

I due sono stati ascoltati in merito al Piano Traffico adottato dall'amministrazione comunale e alle ultime novità in merito ai nuovi sensi unici. «Se non è cambiato  il regolamento comunale», ha detto il presidente Ezio Ardizzi, «credo ci sia l'obbligo di chiedere un parere e sentire le associazioni di categoria. Questo non è stato fatto, ma non per questo noi staremo in silenzio. Questo Piano Traffico è quanto di peggio ci possa essere. Pescara ha urgente bisogno di parcheggi per non soffocare. E invece cosa fa l'assessore Fiorilli? Elimina centinaia di posti, soprattutto sulla riviera. E' inconcepibile. Pescara sta morendo, anche e soprattutto per il traffico e la cronica mancanza di posti auto». «Basta vedere - ha detto ancora il presidente Ardizzi - quante attività commerciali hanno abbassato le saracinesche in centro. L'economia non cresce, i negozi chiudono e la città soffoca tra smog, traffico e sensi unici scriteriati».

Confcommercio, aveva proposto un nuovo Piano Traffico che prevedesse nuovi parcheggi: «avevamo presentato un progetto per la costruzione di un parcheggio sopraelevato nelle aree di risulta», ricorda Ardizzi, «siamo arrabbiati con il sindaco Mascia, ma bisogna dire che anche le precedenti Amministrazioni non avevano fatto molto per risolvere il problema dei parcheggi.  E dire che negli anni Ottanta il sindaco Casalini aveva affidato il Piano Traffico all'Aci e i risultati erano stati incoraggianti, perché era stato fatto uno studio di fattibilità per vedere quali erano i problemi. Oggi è tutto improvvisato».

Ardizzi ha annunciato che l'associazione sta preparando una lettera molto dura al sindaco «perché se non si dovesse tornare indietro, con un Piano Traffico normale, per la città sarebbe un dramma». Anche Vianale (Confartigianato) ha sottolineato la mancanza di dialogo con l'assessore Fiorilli: «Ci sono problemi di metodo che non possono essere sottaciuti. Non si risolvono i problemi cambiando due sensi unici».

Il presidente Adele Caroli ha sottolineato come da mesi    la Commissione abbia chiesto invano all'assessore Fiorilli i documenti sul nuovo Piano Traffico: «Ardizzi sappia che noi come Commissione Mobilità veniamo sistematicamente ignorati dall'amministrazione. Da mesi abbiamo chiesto le carte sul nuovo Piano Traffico,  ma invano. Abbiamo chiesto di essere interpellati per dare un parere, o comunque un contributo, ma è stato tutto lettera morta. Quello che sta accadendo poi in questi giorni - ha concluso il consigliere Caroli - è incredibile. Si sta infatti provvedendo al rifacimento della segnaletica orizzontale  in pieno giorno, arrecando enormi disagi agli automobilisti. In tutti i Paesi del mondo questi lavori  ed anche altri, si eseguono di notte, quando il traffico è assente. A Pescara si fanno dopo le otto di mattina, ora in cui i ragazzi vanno a scuola, e i cittadini vanno a lavorare».

 04/10/2011 9.07