Picchiano selvaggiamente proprietario di un bar, denunciati due rom

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2451

PESCARA. Due giovani rom denunciati dai carabinieri per lesioni personali e violenza privata in concorso.

Questa mattina i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Pescara hanno denunciato in stato di libertà, per i reati di lesioni personali e violenza privata in concorso, Guerino Spinelli di 21 anni e Vincenzo Ciarelli di 20 anni, entrambi di etnia Rom con precedenti di polizia.

Alle ore 23.00 circa del 20 settembre scorso i due, insieme ad altri 2 giovani rom, si sono recati presso un bar di Villa Raspa di Spoltore, e, dopo essersi intrattenuti per qualche minuto all’esterno, sono entrati per fare una partita a calcio balilla.

Data la tarda ora, il gestore del bar che si stava apprestando a chiudere il locale, avendo visto il gruppo di amici avvicinarsi al biliardino, ha invitato gli stessi ad accomodarsi fuori.

Ma Guerino Spinelli ha tentato di convincere il titolare a concedergli un’ultima partita ma, avendo ricevuto un secco rifiuto, ha pensato di riaccendere le luci da solo, incitando i suoi amici ad avvicinarsi per giocare. Il titolare, spazientito, ha cercato di fermare il giovane che, irritato, gli ha sferrato tre pugni al volto, facendolo barcollare. Il commerciante, stordito dai colpi, ha tentato di allontanarsi dal rom che, nonostante l’intervento di alcuni giovani lì presenti, lo ha raggiunto, colpendolo nuovamente al volto, fino a farlo cadere a terra. Nel frattempo un altro rom del quartetto, Vincenzo Ciarelli, avendo notato che il figlio del titolare del bar stava intervenendo in difesa del genitore, lo ha bloccato, colpendolo con schiaffi e pugni.

A seguito delle percosse ricevute, il gestore del bar è stato accompagnato presso il Pronto Soccorso di Pescara dove, ricevute le cure del caso, è stato riscontrato affetto da lesioni guaribili in 25 giorni.

I giovani rom, subito dopo i fatti, sono fuggiti ignorando che il locale fosse dotato di un impianto di video sorveglianza che ha ripreso tutte le fasi dell’aggressione. Proprio grazie alle riprese estrapolate dal sistema di video sorveglianza, i carabinieri sono riusciti ad identificare gli autori del violento pestaggio. A nulla è servito il tentativo di depistaggio di Spinelli che, dopo i fatti, si è rasato i capelli.

Sono in corso ulteriori indagini finalizzate ad accertare responsabilità a carico degli altri due componenti del quartetto, anch’essi identificati grazie alle video riprese.

27/09/2011 13.50