Siti minerari, approvato dalla Regione il progetto Valsimi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2169

ABRUZZO. La giunta regionale ha approvato il progetto “Valsimi” relativo alla valorizzazione dei siti minerari dismessi in sei Comuni del pescarese.

 

Il protocollo d’intesa è stato firmato a Pescara nel mese di luglio, dal vice presidente della Regione Abruzzo, Alfredo Castiglione, dal presidente della Provincia, Guerino Testa, e dai rappresentanti dei Comuni coinvolti in questo progetto, che sono Abbateggio, Lettomanoppello, Manoppello, Roccamorice, San Valentino in Abruzzo Citeriore e Scafa.

Oggi la conferma che la Regione stanzierà per il progetto circa 200mila euro. L’obiettivo dell’iniziativa è la riscoperta delle tradizioni minerarie ed estrattive di un territorio ricco di bellezze naturalistiche e non solo.

Per quanto riguarda l’individuazione degli interventi, ciascun Comune, d’intesa con la Provincia di Pescara, produrrà una scheda progettuale indicante i lavori che intende realizzare.

In questa prima fase è prevista la realizzazione, anche all’interno di edifici di pregio, di sale espositive sui materiali (minerali e rocce) oggetto dell’attività estrattiva; la creazione di sale per l’esposizione delle attrezzature da minatore, dei macchinari e mezzi di escavazione e trasporto e conservazione delle attività minerarie che si sono svolte nell’area. Nelle successive annualità si punterà alla nascita di un Centro per la formazione ambientale, finalizzato alla diffusione della conoscenza della geomorfologia, idrogeologia, botanica della Majella e di un Centro di “Documentazione Mineraria, Archeologica ed Ambientale”. Viene inoltre ipotizzata la realizzazione di una biblioteca storico-antropologica sull’economia mineraria e di un Centro di Formazione per la lavorazione artigianale di materiali diversi.

«Si tratta – ha spiegato il vice presidente della giunta regionale, Alfredo Castiglione – di un progetto che troverà continuità anche nelle prossime annualità, grazie a risorse messe a disposizione dalla programmazione regionale. Il nostro obiettivo è puntare a progetti concreti e realizzabili, valorizzando il ruolo operativo dei Comuni e quello di coordinamento della Provincia». «Ringrazio la giunta regionale per aver approvato il progetto, e in particolare Castiglione – ha detto il presidente della Provincia, Testa – perché in questo modo valorizziamo i siti che hanno rilevanza storica e socio-culturale».

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore allo Sviluppo territoriale Angelo D’Ottavio che ha proposto e seguito il progetto. «Tutto questo è un ulteriore tassello del puzzle del Distretto del benessere. Ringrazio i sindaci e tutti gli amministratori per la collaborazione e la condivisione del progetto», conclude D’Ottavio.

30/09/2010 14.33