Paga falsi testimoni dopo incidente stradale, tre denunce

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4121

PESCARA. Fugge dopo aver provocato un incidente stradale, rifiuta i controlli relativi all'uso di sostanze stupefacenti e promette fino a duemila euro a due amici.

In cambio chiede una testimonianza falsa agli addetti dell'assicurazione, ma la truffa non riesce perché i Carabinieri scoprono tutto. Protagonista dell'episodio è un 27enne di Penne (di cui non viene fornito il nome), denunciato assieme alle due persone a cui aveva chiesto di rilasciare false dichiarazioni. L'incidente in questione è avvenuto a luglio, sulla strada statale 151.

Il giovane avrebbe invaso la corsia opposta, scontrandosi con un furgone, per poi fuggire. I danni riportati dal veicolo, però, lo avrebbero costretto a fermarsi a poche centinaia di metri dal luogo dello scontro.

I Carabinieri di Collecorvino, intervenuti sul posto per i rilievi, hanno richiesto gli accertamenti relativi all'uso di sostanze stupefacenti sul ragazzo - che nel frattempo era andato in ospedale - ma questi ha rifiutato di sottoporsi ai controlli. Il 27enne, in seguito, avrebbe chiesto a due persone, entrambe di Penne, di testimoniare a suo favore davanti agli addetti dell'assicurazione, promettendo in cambio un compenso compreso tra i mille e i duemila euro, nel caso in cui la vicenda si fosse conclusa bene.

I rilievi effettuati dai militari dell'Arma, però, hanno consentito di appurare la reale dinamica dell'incidente. Interrogati dai militari, inoltre, i due falsi testimoni hanno ammesso tutto. I reati contestati al giovane sono la fuga in caso di incidente con danni a persone, il rifiuto all'accertamento di sostanze stupefacenti e la subornazione, mentre i due testimoni sono stati denunciati per favoreggiamento personale.

 21/09/2011 8.47