Pescara vecchia, la pavimentazione è già da rifare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3793

Pescara vecchia, la pavimentazione è già da rifare
LE FOTO. PESCARA. Nemmeno 10 anni è durata la pavimentazione di Pescara vecchia e di Corso Manthonè e dintorni.

 

I lavori di riqualificazione risalgono al 2003 (fu l’orgoglio del sindaco Carlo Pace) e di fatto hanno rilanciato quella zona di Pescara che prima di allora viveva nel degrado ed ha permesso lo sviluppo repentino di decine di attività commerciali del divertimento serale facendo diventare questo il centro del divertimento della città.

Ora però le cose stanno cambiando ed il degrado è visibile. La pavimentazione in marmo bianco e pregiato costato diversi milioni di euro è già da buttare, sono diverse decine i punti in cui il lastricato è danneggiato, mancante, carente, scheggiato, sollevato, rattoppato. Insomma non solo brutto ma anche pericoloso. Inciampare è sempre più facile specie nelle serate affollate ed il Comune si espone così a cause di risarcimento salate.

Inoltre è diventata nera dallo sporco e maleodorante. Anche di fronte la casa natale di Gabriele D'Annunzio lo spettacolo è pessimo. Il fiore all’occhiello della zona è un falso: nei due vasi vicino la statua di Flaiano ci sono persino piante e fiori finti per risparmiare sulla manutenzione…

Chissà cosa avrebbe detto in proposito Flaiano se lo avesse saputo da vivo?

Resta la domanda: possibile che una pavimentazione così pregiata non superi nemmeno i 10 anni di vita? I lavori sono stati fatti a regola d’arte? Possibile che la delicata pavimentazione sia stata danneggiata da un utilizo non consono per esempio con i mezzi pesanti? Domande che hanno una sola risposta: un nuovo investimento milionario del Comune a breve se non si vorrà archiviare Pescara vecchia insieme alle decine di attività commerciali e al richiamo che questa ha in un vasto bacino confinante.

 07/09/2011 10.55