Pescara, poliziotta ferita in inseguimento. Preso il fuggitivo che non si era fermato all'alt

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7966

Pescara, poliziotta ferita in inseguimento. Preso il fuggitivo che non si era fermato all'alt
PESCARA. Inseguimento finito male alle 18.30 di oggi. Una poliziotta è rimasta ferita ed è stata trasportata all’ospedale di Pescara. Lievi ferite per il collega alla guida.  

Volante della polizia praticamente distrutta con la parte anteriore conficcatasi nel muro di un cortile condominiale in zona Fontanelle, in una traversa di via Tirino, di fianco alla caffetteria San Marco e al palazzetto dello sport. Airbag scoppiati. E’ finito così un inseguimento in cui erano impegnate diverse pattuglie della polizia poco dopo le 18.30.  La moto, con due persone a bordo, ha tentato di investire tre persone e un carrozzino. Poi con una mossa repentina l’uomo a bordo della motocicletta (alcuni testimoni parlano di uno scooter) all’altezza della caffetteria San Marco, di fronte al palazzetto dello sport,  ha svoltato a sinistra, in una via secondaria, non carrabile, che sfocia in un parcheggio del supermercato Tigre. E’ andato a sbattere contro il muro ma nemmeno la botta ha fermato la folle corsa. I due sono riusciti a scappare a bordo del motociclo sul marciapiede ed evitare i vasconi di cemento armato che delimitano l’area di sosta. Meno fortunata, invece, la volante della polizia, sorpresa dalla manovra repentina dei due. L’agente alla guida ha tentato di seguire i due ma ha sterzato troppo tardi: la volante ha perso aderenza a causa della velocità e si è andata a stampare frontalmente all’angolo di un muro del cortile di un condominio.

L’impatto è stato molto violento: il muro è crollato, il frontale della vettura si è completamente distrutto, i fari però sono rimasti accesi, gli airbag si sono aperti. Ma la poliziotta seduta al lato passeggero non si è arresa. E’ scesa dalla macchina e ha inseguito a piedi la moto, probabilmente nella speranza che i due si fossero infilati in un vicolo cieco. Poco dopo si è accasciata a terra ed è stata prontamente soccorsa dal 118 e portata in ospedale. Immediatamente si è alzato in volo l’elicottero che ha sorvolato la zona Fontanelle, San Donato, Porta Nuova. L’inseguimento è continuato anche alle spalle di San Cetteo. Anche qui, infatti, numerosi poliziotti, in auto e a piedi, si sono messi alla ricerca dei due tra l’incredulità dei passanti.

«Mi sono affacciato perché abbiamo sentito il rumore della sirena della polizia ma non abbiamo fatto in tempo nemmeno ad affacciarci che abbiamo visto la macchina andare a sbattere contro il muro», racconta un testimone oculare che vive nel condominio di fronte al palazzetto dello sport. Sul posto è ancora radunata una numerosa folla di curiosi.

Sia la donna che il collega alla guida dell'auto sono stati medicati dal personale del 118. La poliziotta è stata trasportata in ospedale, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. In serata il conducente si e' presentato ai carabinieri e successivamente e' stato arrestato dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un 23enne di Pescara, D.G., mentre per il secondo giovane non ci sono state conseguenze. Secondo quanto appreso l'uomo non si sarebbe fermato all'alt dei militari perché il veicolo era privo di assicurazione.

a.l.  02/09/2011 19.53