Rifondazione:«a Spoltore e Montesilvano rompere col passato». Idv:«subito le primarie»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

5611

PESCARA. Confronto tra le forze di centrosinistra. Rc punta alle primarie.

Si è tenuto ieri a Pescara un incontro tra le forze politiche del centrosinistra per iniziare il percorso che porterà alle prossime elezioni amministrative in comuni importanti come Montesilvano e Spoltore. Cosa ci sarà dopo i governi Cordoma e Ranghelli, entrambi contraddistinti da momenti difficili e vari rimpasti di giunta.

Pur rimanendo molto distanti le posizioni tra Rifondazione Comunista e le altre forze politiche di centrosinistra, Rc valuta come «incoraggiante» il fatto che sia stato posto sul tavolo il tema del rinnovamento e del taglio netto con il passato. Ma da qui a parlare già di un accordo fatto ce ne passa.

«Da dieci anni Rifondazione Comunista», commenta il coordinatore provinciale Corrado Di Sante, «è artefice di una dura battaglia, tanto a Montesilvano quanto a Spoltore, contro i sistemi di potere e di malaffare spesso trasversali a centrodestra e centrosinistra».

Ma come affrontare il prossimo futuro e le scadenze eletrorali ormai alle porte?

Rifondazione punta sulle primarie: «riteniamo», spiega ancora Di Sante, «che possano essere uno strumento utile ma non la soluzione dei problemi che hanno travagliato il centrosinistra in quei due comuni». Intanto il partito di estrema sinistra fa sapere che a livello territoriale valuterà se ve ne siano le condizioni. «E' evidente- continua Di Sante - che in entrambi i Comuni tale strumento potrebbe essere inquinato da distorsioni e clientele che hanno fatto la storie delle due cittadine.

Il centrosinistra può vincere solo se avrà la capacità di un forte rinnovamento, non solo nei metodi, ma anche nei contenuti in special modo in materia di urbanistica, gestione dei servizi pubblici locali e trasparenza».

IDV:«PRIMARIE SUBITO»

«Nella riunione di questo pomeriggio sulle prossime amministrative in provincia di Pescara abbiamo chiesto agli alleati di coalizione di aprire al più presto alle primarie, per consentire ai cittadini di Montesilvano e di Spoltore di scegliere i propri candidati alla carica di sindaco».

 Lo dichiarano Carlo Costantini, capogruppo IdV alla Regione Abruzzo e Bruno Celupica, coordinatore IdV provincia di Pescara,  a margine di un incontro in vista degli imminenti appuntamenti elettorali di Montesilvano e Spoltore.
«L'Italia dei Valori – spiegano - ha chiesto primarie vere che vadano nella direzione del rinnovamento e della partecipazione. Rinnovamento per aprire concretamente ai giovani, al mondo associativo e a tutta la società civile ed evitare il rischio di ricorrere a  “primarie fai da te”, senza regole, inquinate da fragilità e distorsioni, utili, in molte occasioni, per legittimare caporali locali. Partecipazione perché le forze del centrosinistra devono cogliere questa occasione per aprirsi e per consentire la partecipazione a primarie vere, con regole chiare di trasparenza e rappresentatività».

 20/07/2011 14.40