Guardia di Finanza sequestra 2,7 chili di eroina alla stazione di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1716

PESCARA. Le Fiamme Gialle di Chieti hanno sequestrato, presso la stazione ferroviaria di Pescara, 2,680 chili di eroina meticolosamente confezionato in 5 panetti.

La droga è stata rinvenuta all’interno di un borsone in possesso di un cittadino albanese, tale F.F., residente a Milano. L'uomo proveniva dal capoluogo lombardo e presumibilmente la merce era destinata al mercato locale.

Il nucleo di polizia tributaria di Chieti, insieme ai colleghi di Firenze e con la collaborazione della Polizia ferroviaria di Pescara, ha fermato l'albanese in possesso dello stupefacente che durante il tragitto si è mostrato più volte teso ed agitato non passando inosservato alle varie forze di polizia interessate al controllo ordinario del territorio. Il servizio si inquadra in un più ampio controllo del territorio periodicamente eseguito dalla Guardia di Finanza, anche in cooperazione tra Reparti di diverse Regioni, lungo le principali direttrici di collegamento sia stradali che ferroviarie. La tipologia di servizio, ha spiegato il tenente colonnello Gabriele Miseri, si è già rilevata efficace nel passato portando a diversi sequestri anche sull’arteria autostradale sia da parte delle Fiamme Gialle teatine che di altri Reparti del Corpo. Le indagini sono tuttora in corso per acclarare la provenienza e la destinazione dello stupefacente che, immesso nel mercato, avrebbe fruttato oltre 130.000 euro. Dal 1° gennaio 2011 ad oggi la Guardia di Finanza di Chieti ha eseguito complessivamente 17 interventi, sequestrati oltre 1,3 chili tra hashish e marijuana, 2,7 chili di eroina e denunciate 12 persone di cui 4 in stato di arresto.

15/07/2011 11.19