Tentano di rapinare gioielleria, proprietario ferito

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3345

PESCARA. Tentata rapina in pieno centro questa mattina intorno alle 7.45.*RAPINA A MANO ARMATA IN NEGOZIO A GIULIANOVA

Secondo la ricostruzione fatta dalla squadra Mobile che sta seguendo il caso tre malviventi hanno provato ad assaltare l'ingrosso di orafo Mancini gold, in via Trieste. Poco prima dlle otto i tre (due a volto scoperto) hanno avvicinato il titolare, Antonio Mancini. L'uomo non ha fatto nemmeno in tempo ad accorgersi dell'agguato: è stato minacciato con delle pistole e poi è stato scortato dai malviventi presso il negozio.

All'interno c'era già una dipendente: la donna ha aperto la prima porta, probabilmente senza rendersi conto della presenza dei tre ma quando il titolare si è avvicinato al secondo ingresso ha capito. In quel momento, infatti, uno dei rapinatori ha puntato alla tempia del titolare una pistola. La donna, però, non ha aperto nonostante i banditi minacciassero di sparare.  A quel punto i tre hanno colpito il commerciante alla testa con il calcio della pistola e sono fuggiti. Da via Trieste si sono allontanati con una Ford Focus che poi hanno abbandonato in via Cesare Battisti. L'auto e' risultata rubata in provincia di Roma. Antonio Mancini e' rimasto lievemente ferito.

Solo qualche giorno fa a Francavilla al Mare si è registrata la tentata rapina alla banca Toscana finita con la morte del rapinatore.

13/07/2011 12.01

[pagebreak]

*RAPINA A MANO ARMATA IN NEGOZIO A GIULIANOVA

GIULIANOVA. Alle 18.50 di ieri un uomo è entrato all’interno della rivendita di ortofrutta in via Alleva: dietro la minaccia di una pistola, priva del tappo rosso, e dopo aver intimato al dipendente presente di consegnare l’incasso, (circa 800 euro in contanti), è fuggito a piedi per le vie cittadine. Immediatamente è scattato l’allarme presso la Caserma dei Carabinieri di Giulianova.

Diverse pattuglie dell’arma sono entrate in azione ed hanno iniziato la caccia all’uomo, il quale, anche grazie alle indicazioni di alcuni cittadini che lo hanno notato scappare, sono riusciti ad intercettarlo mentre cercava di nascondersi nelle campagne della collina di Giulianova Paese. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, agli ordini del Maresciallo Andrea Di Brindisi, lo hanno bloccato mentre cercava di disfarsi dell’arma, che è stata sottoposta a sequestro. Nelle tasche dei pantaloni l'uomo aveva messo l’intera refurtiva, che è stata restituita al legittimo proprietario.

L’arrestato è Mirko Francioni, 38enne originario di Giulianova e residente in Mosciano Sant'Angelo, il quale dopo gli accertamenti di rito è stato associato presso la casa circondariale di Teramo a disposizione della competente autorità giudiziaria. Adesso i Carabinieri stanno verificando l’eventuale responsabilità dell’uomo in altri episodi simili, di cui uno verificatosi sempre presso lo stesso punto vendita qualche mese fa.

13/07/2011 12.12