Ricercato da anni, arrestato Massimo Lupo condannato per riciclaggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6470

PESCARA. Era ricercato da parecchi mesi perché ormai condannato in via definitiva.  Nella tarda mattinata di oggi i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Pescara lo hanno rintracciato.

Si tratta di Massimo Lupo, 47 enne, pregiudicato di Pescara, colpito da ordine di esecuzione dovendo lo stesso espiare una pena definitiva di 4 anni e 6 mesi per il reato di riciclaggio. Il provvedimento esecutivo e’ stato emesso il 21 giugno 2011 dall’ufficio esecuzioni penali della procura della repubblica presso il tribunale  di Monza a seguito di condanna definitiva per il reato di riciclaggio i cui fatti risalgono alla fine del 2005. L’arrestato è stato tradotto presso il carcere circondariale di Pescara. Finiscono così  le scorribande di Lupo che era ricercato da anni e che però proprio in seguito alle sue ricerche fu possibile aprire una indagine su una truffa internazionale. Infatti l’uomo è stato coinvolto anche nell’indagine dei carabinieri denominata “Ghost societies”  che nel 2008 scoprì un’associazione per delinquere finalizzata alle truffe, alla ricettazione e riciclaggio, e porto’ all’arresto di 15 persone.

Quella indagine venne avviata in seguito ad una perquizione operata a casa del latitante Lupo nella quale venne rinvenuta della documentazione ritenuta interssante e che riguardava una serie di società. Quelle indagini –che sono terminate da oltre un anno ma il processo non è ancora giunto ad un fine- dimostrarono che alcune teste di legno creavano delle società fantasma alle quali poi banche e finanziarie elargivano finanziamenti grazie a documenti falsi, garanzie false e redditi finti.
La documentazione traeva in inganno il funzionario di turno della banca e venivano così erogati i prestiti da 10mila ai 60mila euro. Si preferivano cifre mai troppo esose per non creare sospetti.
Con quei soldi si acquistava poi della merce, la si rivendeva guadagnandoci sopra e poi la società spariva nel nulla.

12/07/2011 19.06