Due rapine nella notte in due giorni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2213

PESCARA. Cinque rapinatori armati di pistole hanno fatto irruzione la notte tra sabato e domenica, poco prima delle 2, in un'abitazione di Caprara, frazione di Spoltore.*CONTROLLI DEL SABATO SERA A PENNE: DENUNCE E SANZIONI A LOCALI

Probabilmente esperti, dotati di guanti in lattice per non lasciare impronte i malviventi sono riusciti a portare via il contenuto di una cassaforte a muro. Prima però hanno immobilizzato e rinchiuso nelle loro rispettive camere una coppia di coniugi e un'anziana, la madre della donna. Tanto lo spavento ma per fortuna non si sono registrati feriti. I tre non sono stati né imbavagliati né legati.

Impossibile per i proprietari di casa vedere il volto dei rapinatori, ben coperto da passamontagna neri. L'allarme è stato dato dai figli della coppia, che hanno liberato i parenti al rientro in casa. Al momento tracce non ne sono state trovate. Si pensa che il gruppo sia scappato a bordo di una autovettura. I tre testimoni hanno detto di aver sentito uno spiccato accento straniero da qui l'ipotesi che il gruppo non fosse di nazionalità italiana.

E solo ventiquattro ore prima vittima di una rapina era stata una anziana di 71 anni che vive sola a Montesilvano. Due uomini si sono presentati incappucciati e con un cacciavite tra le mani nella notte tra venerdì e sabato e hanno cominciato a rovistare nei cassetti.

Dopo mezzanotte, sentendo dei rumori, l'anziana si è alzata dal letto e ha visto i due che, anzichè fuggire, le hanno puntato contro il cacciavite e hanno prelevato due collane e un paio di orecchini, per un valore di mille euro.

Poi si sono allontanati. Probabilmente ad attenderli c'era un complice, all'esterno.
Da mesi ormai si ripetono con una certe frequenza rapine notturne. Nelle scorse settimane vittima dei malviventi anche il primo cittadino, Pasquale Cordoma. In quella occasione i ladri sono riusciti ad entrate nell'abitazione mentre il primo cittadino si trovava all'interno con la sua famiglia e a portare via due automobili, una delle quali già recuperata.  

20/06/2011 8.22

 [pagebreak]

CONTROLLI DEL SABATO SERA A PENNE: DENUNCE E SANZIONI A LOCALI


PENNE. I carabinieri della compagnia di Penne, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio eseguito tra sabato e domenica per la prevenzione del fenomeno delle “stragi del sabato sera” hanno deferito un 53enne di Teramo ed un 34enne di Penne, responsabili di guida in stato di ebbrezza alcolica poiché risultati positivi all’accertamento effettuato con etilometro con valori che, in particolare per il 53enne, hanno superato i 2 g/ alterandone le capacità cognitive al punto da causare uno spettacolare incidente stradale, con feriti lievi, sulla centrale via Guido Rossa di Penne con altro veicolo e collisione finale con un albero. Per il 34 enne i valori si sono attestati su livelli pari ad 1 g/l.
Nella circostanza sono stati controllati anche 6 locali pubblici nei Comuni di Penne ed Alanno, in 2 dei quali, ubicati nel centro vestino, sono state riscontrate violazioni in materia amministrativa, per la mancata esposizione al pubblico di licenze, listini e tabelle informative sugli effetti dell’alcolemia, e per l’omessa indicazione dell’origine su prodotti alimentari di pronto consumo; in uno dei locali dovrà essere ulteriormente verificata la posizione lavorativa di un giovane lavoratore impiegato con mansioni di somministrazione di alimenti e bevande, al momento privo dei richiesti documenti attestanti la sua regolare assunzione.
«L’attività di controllo per la specifica applicazione delle nuove norme finalizzate alla prevenzione ed al contrasto di tali fenomeni, estremamente diffusi negli ambienti giovanili»,  ha spiegato il comandante Massimiliano Di Pietro, «proseguirà nell’area vestina anche con finalità informative ed educative degli utenti della strada nel più ampio contesto di impegno profuso per la riduzione dell’elevato tasso di incidentalità causata dall’alterazione delle condizioni psico-fisiche dei conducenti».

20/06/2011 8.22