Ponte Nuovo nell'area Camuzzi, a fine anno parte il cantiere

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4654

Ponte Nuovo nell'area Camuzzi, a fine anno parte il cantiere
PESCARA. Tre mesi di tempo per la gara d’appalto europea, già partita da qualche giorno, con la pubblicazione del bando.

Entro la fine del 2011 verrà aperto il cantiere per la costruzione del Ponte Nuovo presso l’area ex Camuzzi, un asse lungo 86 metri che collegherà direttamente via Lago di Campotosto con via Gran Sasso, con un investimento di quasi 8 milioni di euro, ai quali si aggiungeranno altri 3milioni 600mila euro per la realizzazione degli argini di protezione del fiume per un chilometro sulla sponda nord e quella sud. «Finalmente doteremo la città di una nuova, grande opera pubblica realmente strategica per il territorio, un’opera che spesso abbiamo definito non solo bella e solida, ma soprattutto utile per la viabilità cittadina», ha commentato il sindaco Luigi Albore Mascia.

L’asse consentirà l’attraversamento urbano nord-sud evitando di passare per il centro, «assicurando», ha spiegato il primo cittadino, «da un lato, lo snellimento della mobilità e, dall’altro, la possibilità di collegamenti più rapidi ed efficienti».

 I NUMERI

 Il ponte sarà carrabile e, come previsto nelle planimetrie, verrà realizzato a monte del Ponte D’Annunzio e collegherà direttamente via Lago di Campotosto con via Gran Sasso: l’asse avrà una lunghezza totale di 86 metri e la larghezza dell’impalcato sarà di 30 metri, diviso in due semi-impalcati di 13 metri l’uno con uno spazio centrale di divisione.

Ogni carreggiata sarà composta da uno spartitraffico interno protetto da un guardrail largo 4 metri e mezzo, una doppia corsia per ogni senso di marcia larga 3,25metri, una banchina esterna larga un metro, e banchine interne di mezzo metro di larghezza. Inoltre ai lati del ponte sono previsti percorsi ciclopedonali, larghi 2,80 metri, separati dalla sede stradale tramite un guard rail.

Il raccordo del ponte con la viabilità esistente, sia a nord che a sud, avverrà tramite due rotatorie, e anche questo ponte, progettato da Enzo Siviero, sarà strallato, con un’unica antenna di forma bipartita alta 50 metri, alla quale saranno collegate le funi di sostegno dell’impalcato, antenna che verrà collocata al centro della rotatoria nord, sulla sponda del fiume opposta all’asse attrezzato.

E sempre in corrispondenza dell’antenna è previsto l’inserimento di un campo fotovoltaico per assicurare autonomia energetica alla struttura.

 IL COSTO

 Il costo dell’opera ammonta su progetto a circa 9milioni di euro complessivi, di cui 5milioni fondi Anas, 3milioni 367mila euro di fondi Por-Fesr, relativi anche al prolungamento della rampa dell’asse attrezzato sulla banchina portuale, e 830mila euro di fondi privati.

Circa un mese gli uffici tecnici hanno effettuato l’occupazione delle aree in cui è previsto il passaggio del ponte, all’interno della superficie Liberatoscioli, aree di deposito occupate concedendo però alla proprietà di mantenerne la custodia sino a quando non partiranno i lavori.

 L'APPALTO

 L’importo totale dell’appalto ammonta a 7milioni 963mila 494,83 euro. Si tratta di un appalto sopra la soglia comunitaria quindi il bando è stato inviato lo scorso 3 giugno alla Commissione della Comunità Europea ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea e a breve sarà pubblicato tra l’altro sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, sul sito dell’Osservatorio, e sul Sito istituzionale del Comune, al fine di garantire la massima trasparenza e visibilità al progetto.

L’aggiudicazione avverrà seguendo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Le domande contenenti le offerte dovranno pervenire al Comune entro le ore 13 del prossimo 30 settembre, dunque tre mesi proprio perché si tratta di una gara europea. E la data per la prima seduta pubblica finalizzata all’esame delle offerte è stata fissata al 6 ottobre 2011.

 I TEMPI

 «Presumibilmente», ha spiegato Mascia, «potremmo aggiudicare l’appalto per fine 2011, lavori che avranno una durata di 420 giorni complessivi.

«Quello dell’area Camuzzi – ha ancora ribadito l’assessore Del Trecco – sarà il primo vero ponte che Pescara avrà dopo quello dell’asse attrezzato, un manufatto realmente strategico per lo sviluppo della nostra mobilità».

 10/06/2011 10.55