Allagamenti Pescara, partiti i lavori in via Prati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1618

PESCARA. Stop agli allagamenti in via Pizzo Intermesoli, la traversa di via Prati che da anni si trasforma in un lago a ogni acquazzone.

A partire da ieri mattina è ufficialmente partito il cantiere che, entro tre mesi, consentirà di raddoppiare la condotta, predisponendo, tra l’altro, anche gli impianti per la nuova rete della pubblica illuminazione. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia . Via Pizzo Intermesoli, ha spiegato il sindaco, c'è una conduttura di 4 metri di diametro che, all’intersezione con via Prati, si allaccia a una linea di fognatura mista acque bianche e acque nere del diametro di 6 metri. Nei giorni di pioggia la linea di via Prati carica quella di via Pizzo Intermesoli con una portata tale che la fognatura va in pressione fuoriuscendo dai tombini.

Lo sanno bene le decine di residenti della strada che per anni si sono ritrovati a fronteggiare l’acqua alta nelle cantine, nei garage, sin nelle abitazioni poste al pianterreno con danni che ovviamente sono ben immaginabili. «Per anni», contesta il primo cittadino, «si è pensato a riasfaltare strade, marciapiedi, coprendo buche con le ‘pezze’, senza pensare che sotto c’era una rete vecchia, obsoleta, risalente anche a quaranta, cinquant’anni fa, e insufficiente ormai per servire quartieri cresciuti in maniera incredibile. Una rete che andava piuttosto riqualificata».

Adesso si provvederà al raddoppio della rete fognaria esistente: la nuova condotta avrà un diametro esterno pari a 5 metri con pozzetti posti a una profondità di circa 2 metri sino al raggiungimento del canale di raccolta che porta al depuratore; inoltre lungo tutto il percorso saranno posizionate delle griglie trasversali di scorrimento in modo da intercettare l’acqua piovana e da convogliarla nella nuova linea fognaria. Lo scavo partirà dal pozzetto esistente in via Prati e continuerà sulla parte sinistra della strada dove sistemeremo anche i pali. Terminato il cantiere si passerà anche alla sistemazione del manto stradale.

Il Responsabile unico del procedimento è il geometra Jairo Ricordi, l’opera è stata finanziata con un mutuo concesso dalla Cassa Depositi e Prestiti, complessivamente l’importo del progetto è pari a 100mila euro, e in seguito alla gara d’appalto il cantiere è stato aggiudicato all’impresa Diodato Srl di San Giovanni Teatino per un importo pari a 80mila euro. Prima di Natale dovrebbe esserci la chiusura del cantiere. 22/09/10 10.32