Mercato diffuso a Pescara, in palio 37 posteggi decennali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2079

PESCARA. Saranno 37 i posteggi decennali stagionali e non-stagionali che l’amministrazione comunale di Pescara assegnerà entro l’inizio estate.

Il bando per il conferimento dei posteggi stessi e per la formulazione della graduatoria è già stato pubblicato e le domande dovranno essere presentate entro il prossimo 15 giugno.

Si tratta di un ulteriore tassello che si aggiunge all’opera di riorganizzazione intrapresa già a fine 2010 con l’approvazione del Regolamento per la disciplina del commercio su aree pubbliche.

«Da mesi i nostri uffici stanno lavorando alla redazione del Piano dei posteggi del mercato diffuso – ha sottolineato l’assessore Cardelli -, ossia la realizzazione di una sorta di mercato rionale ‘diffuso’ su tutto il territorio, che si sviluppa sull’intera città creando nuove opportunità di lavoro ma sulla base di regole ben precise e di una rigida disciplina circa le normative, anche e soprattutto igienico-sanitarie, che ciascun assegnatario dovrà rigorosamente rispettare».

Sono 37 i posteggi individuati con la Polizia municipale, ossia 23 posteggi alimentari, 12 non alimentari e due prese d’atto di posteggi già esistenti su Demanio forestale. Per gli alimentari, in alcuni casi sono stati previsti autobanconi, in altri fruttivendoli, venditori di zucchero filato, crepes, granite e caldarroste. Per non-alimentari si intendono invece articoli da mare.

Già pronto l’elenco dei posteggi previsti nel bando: un posteggio è previsto nell’area della Madonnina-mercato ittico per alimentare; 2 all’interno dei giardini di piazza Primo Maggio, nel primo caso per la vendita di zucchero filato, frullati e crepes, nel secondo caso granite, crepes e caldarroste; 2 potranno essere sistemati sulla riviera tra via Cavour e via Solferino; 1 nei pressi della scuola media Mazzini; 1 a ridosso del parcheggio del Teatro D’Annunzio, sul lungomare Cristoforo Colombo-viale Pepe; 1 posteggio dopo il Teatro D’Annunzio, adibito alla vendita di frutta di stagione, ossia cocomeri; 1 posteggio non alimentare, ossia per la vendita di articoli da mare, dopo il teatro D’Annunzio; un posteggio vicino all’ingresso della Riserva naturale dannunziana, nei pressi dell’Aurum; un posteggio dietro il Parco; 1 sul marciapiede di piazza Ovidio, nei pressi della Caserma Cocco; 1 posteggio sul marciapiede del Circolo Tennis; 1 vicino ai giochi all’incrocio tra via D’Avalos e via Pepe; 1 posteggio all’incrocio tra via Vespucci e via D’Avalos; 2 posteggi in via Fonte Romana; 1 posteggio a San Silvestro; 1 posteggio in via Lago di Campotosto; 1 posteggio all’ingresso della Riserva naturale dannunziana posto tra via Scarfoglio e via Patini, adibito alla vendita di bevande analcoliche, granite e gelati; 1 posteggio in via Cigno; 2 posteggi in via Feltrino; 1 posteggio in via Rio Sparto; uno posto all’incrocio tra via Secchia e via San Donato; 2 piccoli in piazza Sacro Cuore, ossia un alimentare per la vendita di crepe, granite e caldarroste, uno non alimentare per la vendita di giochi.

«Nel documento prendiamo poi atto dei due posteggi esistenti nel Demanio Forestale sul tratto di via Solferino a ridosso delle Naiadi – ha proseguito l’assessore Cardelli – e ancora avremo un posteggio sulla riviera sud, a ridosso dello stabilimento balneare ‘La Zattera’; un posteggio in viale Primo Vere; uno in via Colli Innamorati; uno in via Spalti del Re, ossia lungo la golena nord, un alimentari che potrà operare dalle 21 alle 4 del mattino; un posteggio in via Leopoldo Muzii; un posteggio per fruttivendolo in via del Santuario; infine l’ultimo in piazza della Repubblica».

Tutti coloro che intendono aggiudicarsi uno dei 37 posteggi dovranno partecipare al bando, anche gli attuali detentori di posteggi che si ritengono attività ‘storiche’ e che avranno un punto in più se potranno certificare con i documenti il titolo di anzianità della propria attività.

Ciascun operatore dovrà indicare il posteggio per il quale concorrere: coloro che, pur in possesso dei requisiti, resteranno fuori dall’assegnazione, avranno la facoltà di spostarsi sui posteggi che eventualmente resteranno vacanti.  

04/06/2011 11.19