Crisi Delfino Pescara: si cerca chiarezza. Oggi altro CdA

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1549

PESCARA. Chiarezza nel momento più difficile dall'insediamento della nuova società circa 2 anni e mezzo fa.

È questo in sostanza che chiedono i sostenitori della Delfino Pescara che da circa 72 ore vivono con preoccupazione e partecipazione l'attuale momento di crisi del club dopo le dimissioni in toto dell'intero CdA.

Si profila dunque, almeno per i prossimi giorni, un muro contro muro tra società e tifoseria che per l'ennesima volta ha dimostrato coerenza con le parole espresse nel famoso comunicato di lunedì.

Va comunque sottolineato per evitare equivoci di sorta che le dimissioni riguardano il Consiglio di Amministrazione e non i soci stessi. Questo significa che, in assenza di nuovi soci pronti a rilevare più quote del pacchetto azionario del club biancazzurro, l'attuale proprietà garantirà le spese di normale amministrazione. Il futuro sportivo del club dunque non è a rischio ed in parte si sgonfiano parte delle grandi preoccupazioni dei giorni scorsi.

Al momento non sembra profilarsi all'orizzonte una nuova cordata pronta a rilevare parte o la totalità del pacchetto azionario biancazzurro. Possibile però l'ingresso di nuovi soci.

Oggi è previsto l'ennesimo Consiglio d'Amministrazione in seno alla Delfino Pescara. All'ordine del giorno la convocazione di un nuovo CdA, probabilmente la prossima settimana, nel quale verranno discusse la ratifica delle dimissioni del CdA ed il conseguente insediamento di uno nuovo. La normale amministrazione del club è comunque garantita come l'operatività in generale. Come è già trapelato dalla società, inoltre, non è affatto a rischio l'iscrizione al prossimo campionato di serie B.

Verrà in sostanza insediato un nuovo CdA ed un nuovo presidente che succederà a Peppe De Cecco. L'unico socio che con ogni probabilità lascerà la barca sarà Acciavatti, le cui quote verranno redistribuite tra gli altri soci o saranno rilevate da una nuova figura. Gli altri soci resteranno dunque in sella a meno di altri colpi di scena.

La stessa proprietà ha confermato che non cambieranno di una virgola i programmi futuri, che restano dunque ancorati all'obiettivo di raggiungere la serie A entro 3 anni. Ciononostante i dubbi di possibili ridimensionamenti a livello tecnico certo non sono infondati e le prossime settimane chiariranno certamente il tutto.

Malgrado programmi ed obiettivi prestigiosi resteranno invariati, resta lo strappo piuttosto marcato tra la dirigenza e la tifoseria soprattutto quella organizzata. Nei prossimi giorni si attendono novità anche sotto questo punto di vista.

Infine il periodico Cronache Abruzzesi ha conferito il prestigioso premio miglior biancazzurro della stagione a Marco Sansovini, autore quest'anno di 11 reti e quasi altrettanti pali e traverse. Per l'attaccante biancazzurro è il secondo riconoscimento di migliore dell'anno dopo il premio vinto al suo primo anno in biancazzurro con Lerda in panchina.

 Andrea Sacchini  03/06/2011 15.09