Invalidità civile, Codici: «a Pescara visita doppia e sperpero di denaro pubblico»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3151

PESCARA. Critiche alle modalità di gestione delle visite da parte dell’Inps e della Asl di Pescara per l’invalidità civile e per il riconoscimento della Legge 104/92.

Le segnalazioni sono state raccolte dall'associazione Codici e sono state fatte da malati e medici di famiglia.

Il riconoscimento della Legge 104/92 consente ai familiari di persone invalide di godere di benefici in diversi campi quali permessi lavorativi retribuiti, iva ridotta per acquisto di autovetture, e altro.

«L’Inps di Pescara - dichiara Domenico Pettinari, segretario provinciale di Codici - insieme alla Asl, fino ad alcuni mesi fa, ad ogni utente che presentava domanda congiunta per il riconoscimento dell’invalidità civile e della Legge 104 rispondeva con una lettera di convocazione per la visita medica collegiale a seguito della quale si stabiliva se concedere o meno i predetti riconoscimenti».

Da alcuni mesi, invece, da quanto racconta l'associazione, agli utenti che presentano domanda arrivano due convocazioni per due visite distinte.

«Questo – continua Pettinari - oltre a comportare un enorme disagio per l’utenza, per lo più anziana e malata, costretta a recarsi a visita per ben due volte, va a configurare un ingiustificato sperpero di denaro pubblico da parte del Servizio Sanitario che è costretto a pagare due commissioni mediche esaminatrici per la stessa patologia».

Dopo alcune segnalazioni di Codici sia nei confronti della Asl che dell’Inps di Pescara, «i vertici si sono sempre rimbalzati le reciproche responsabilità, pur riconoscendo l’assurdità della situazione», racconta Pettinari.

L'associazione si è informata ed ha registrato come, in altre province della regione Abruzzo, gli utenti, per entrambi i riconoscimenti, vengono invitati ad un'unica visita medico collegiale.

«L’assurdo - continua Pettinari - è che a Pescara per la stessa patologia, l’invalido viene chiamato a sottoporsi a due visite diverse sebbene sia nella prima che nella seconda commissione medica i componenti abbiano le stesse competenze e siano perfettamente in grado di valutare i presupposti per il riconoscimento tanto dell’invalidità civile quanto della legge 104/92, come avviene in tante altre province d’Italia».

«Per tali motivi – conclude Pettinari , Codici diffida il direttore Generale della Asl di Pescara ed il direttore dell’Inps ad adottare ogni opportuno provvedimento teso a ripristinare l’unica visita medico collegiale per il riconoscimento sia dell’invalidità civile che della legge 104/92».

26/05/2011 8.41