Pescara: la polizia municipale in stato d’agitazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3398

PESCARA. La polizia municipale di Pescara dichiara lo stato di agitazione.

E’ quanto riportato dal Sulpm (sindacato unitario lavoratori polizia municipale) che  il 25 maggio dalle ore 17:00 alle ore 19:00 convocherà l’ assemblea dei lavoratori della Polizia Municipale per discutere  del caso.

Secondo il sindacato «alla base della protesta del comando contro il Comune di Pescara ci sarebbe l’errata gestione delle risorse da parte dell’amministrazione che, nel risparmiare sulla sicurezza  avrebbe determinato la cronica mancanza di veicoli efficienti, di capi di vestiario, di strumenti tecnologici, di misure di sicurezza della caserma e degli operatori, di risorse economiche, di personale».

Tutto ciò, sempre secondo il Sulpm, «significa che la Polizia Municipale non potrà più garantire ai cittadini i servizi offerti finora».

I vigili urbani avevano chiesto al sindaco un incontro il 29 marzo scorso al fine di discutere i  problemi del Corpo accumulati in questi ultimi mesi per trovare una soluzione ma evidentemente le soluzoni non sono giunte.

Così dopo aver atteso oltre 45 giorni gli operatori della Polizia Municipale adotteranno  tutte le azioni di lotta sindacale e legali al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini ed i diritti dei lavoratori. 21/05/2011 10.59